Le foto della cerimonia per Nipsey Hussle a Los Angeles

Migliaia di persone hanno ricordato il rapper americano ucciso due settimane fa, ed è stata letta perfino una lettera di Obama

(© Sarah Reingewirtz/SCNG via ZUMA Wire/Ansa)

Giovedì si è tenuta a Los Angeles una cerimonia per ricordare Nipsey Hussle, il rapper americano ucciso a colpi di arma da fuoco domenica 31 marzo poco fuori dal suo negozio di abbigliamento a South Los Angeles in circostanze ancora poco chiare. La cerimonia si è svolta allo Staples Center, il palazzetto dei Los Angeles Lakers, dove tutti i biglietti per gli oltre 21mila posti disponibili sono andati esauriti in 30 minuti. Durante la cerimonia si è esibito il cantante Stevie Wonder, ha parlato il rapper Snoop Dogg ed è stata letta una lettera dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

«Ha dato un esempio da seguire e un’eredità ai giovani», ha scritto Obama nella sua lettera, spiegando di aver scoperto la musica di Hussle tramite le sue figlie. Snoop Dogg ha invece raccontato di come Hussle rappresentasse Los Angeles, e dei suoi sforzi in vita per superare le divisioni tra gang nella città e per promuovere la pace con la sua musica. La cerimonia allo Staples Center è stata preceduta da una processione, a cui hanno assistito centinaia di persone arrivate da parti diverse degli Stati Uniti. Hussle, che aveva 33 anni, aveva da poco pubblicato il suo ultimo disco, Victory Lap, che aveva avuto un buon successo ed era stato nominato come disco rap dell’anno ai Grammy 2019.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.