Se non avete mai letto Zerocalcare, è un buon momento per cominciare

I suoi fumetti – e tutti gli altri pubblicati da Bao Publishing, compreso Makkox – sono scontati del 25 per cento: 10 suggerimenti per approfittarne

Da oggi e fino al 21 aprile i fumetti della casa editrice Bao Publishing, quella che pubblica i libri di Zerocalcare, saranno scontati del 25 per cento, nelle librerie fisiche e in quelle online. Se non avete mai letto La profezia dell’armadillo (il primo), Kobane Calling (il reportage da Turchia, Iraq e Siria) o Macerie prime (l’ultimo, diviso in due) è una buona occasione per mettervi in pari. Per chi invece di Zerocalcare ha già letto tutto, e magari si è pure fatto fare un «disegnino» con dedica a una fiera, ma fosse in cerca di idee per leggere un fumetto abbiamo messo insieme una lista di altri 10 notevoli libri di Bao Publishing.

La mia cosa preferita sono i mostri di Emil Ferris
È uno dei graphic novel di cui si è parlato di più negli ultimi due anni. È il primo fumetto (per la precisione, la prima parte del primo fumetto) scritto e disegnato da Ferris, che ha 57 anni. A 40 anni rimase temporaneamente paralizzata dalla vita in giù a causa del virus del Nilo occidentale e approfittò della convalescenza per studiare scrittura creativa, cosa che poi l’ha portata a scrivere La mia cosa preferita sono i mostriQui potete vederne qualche pagina: è ambientato in un quartiere popolare della Chicago del 1968 e ha per protagonista una ragazzina di dieci anni che indaga sulla morte di una vicina di casa, sopravvissuta all’Olocausto, che secondo la polizia si sarebbe suicidata nonostante alcuni indizi suggeriscano sia stata assassinata.
(Da 29 euro a 21,75)

Saga di Brian K. Vaughan e Fiona Staples 
È un fumetto fantascientifico a puntate (negli Stati Uniti ne esce una al mese) che ha vinto moltissimi premi. È ambientato in un universo in cui specie di diversi pianeti sono in guerra tra loro e in mezzo ci sono pure degli androidi molto potenti. I protagonisti sono due innamorati di due specie diverse e rivali e la loro figlia, che all’inizio della storia è appena nata. Inizia un po’ come una versione spaziale di Romeo e Giulietta, ma le cose si fanno subito più complesse. Consigliato ai fan di Star Wars.

Il Post ha fatto una newsletter sui regali di Natale

Saga è cominciato nel 2012 e continua ad andare avanti. Bao ha pubblicato in nove volumi sottili i primi 54 albi e poi in un libro più grosso, con la copertina cartonata, i primi 18 tutti insieme. Brian Vaughan è lo sceneggiatore (tra le altre cose è tra gli autori della serie tv Lost), Fiona Staples la disegnatrice.
(Da 35 euro a 26,25, i primi 18 albi insieme)

Paper Girls di Brian K. Vaughan e Cliff Chiang
Nel 2015 Brian Vaughan ha cominciato a scrivere anche un’altra serie a fumetti fantascientifica, che invece potrebbe farvi pensare a Stranger Things. Si intitola Paper Girls e finora in Italia ne sono stati pubblicati cinque volumi da cinque albi ciascuno (è appena uscito il quinto). Racconta di quattro ragazzine di 12 anni che nel 1988 di un sobborgo inventato di Cleveland, in Ohio, consegnano giornali in bicicletta. Le cose cominciano a farsi fantascientifiche quando trovano una macchina del tempo e poi molte altre cose strane, da un iPod a due tardigradi giganti: tutto perché senza volere sono finite in una guerra tra umani del futuro e umani di un futuro ancora più futuro.
(Da 18 euro a 13,50, il quinto volume)

Patience di Daniel Clowes
Daniel Clowes è considerato il massimo esponente del fumetto indipendente americano e l’autore, tra gli altri, di Ghost WorldPatience è il suo ultimo libro: racconta una storia di fantascienza che inizia nel 2012 ma poi prosegue nel futuro, nel 2029. Comincia con la storia di una coppia senza molti soldi e in attesa di un bambino: quando lei (Patience) viene assassinata, lui (Jack) inizia un’indagine per scoprire il colpevole. Presto l’ambientazione della storia passa dal realismo delle prime tavole al surrealismo del mondo futuro in cui Jack si trova a vivere: poi si torna al passato, perché l’indagine di Jack prosegue grazie a una macchina del tempo. Qui potete guardarne un po’ di tavole.
(Da 25 euro a 18,75)

Sempre libera di Lorenza Natarella
Un genere completamente diverso dai precedenti: Sempre libera è una biografia in nero, bianco e rosa della soprano Maria Callas. Comincia nel 1958, con «la storia di Maria Callas che forse smette di cantare», ma poi torna indietro e racconta la sua vita dall’inizio, con una grande attenzione (e una forte espressività, a partire dalla grafia di Natarella, con cui sono scritti tutti i testi) alle ire per cui, tra le altre cose, era famosa.
(Da 19 euro a 14,25)

Papaya Salad di Elisa Macellari
Anche Papaya Salad, come Sempre libera, è opera di una illustratrice italiana e racconta una storia vera: quella dello zio dell’autrice, che negli anni Trenta, dalla Thailandia, arrivò in Italia come diplomatico. Parla di realizzazione personale, amore e guerra. Il titolo è il nome di un piatto della cucina thailandese.
(Da 21 euro a 15,75)

La lega degli straordinari gentlemen di Alan Moore e Kevin O’Neill
Se siete appassionati di fumetti, non avete bisogno che vi si spieghi chi è Alan Moore. Per gli altri: è l’autore di Watchmen e V per Vendetta. Come nel caso di queste due serie a fumetti, anche di La lega degli straordinari gentlemen esiste un film, del 2003: non era particolarmente piaciuto (su IMDb ha solo 5,8 stelle su 10), anche se a oggi è l’ultimo film in cui abbia recitato Sean Connery e almeno per questo è degno di nota. I fumetti in ogni caso sono molto più complicati: i protagonisti sono sempre personaggi dei romanzi d’avventura e dell’orrore di fine Ottocento dotati di straordinarie capacità (ci sono il dottor Jekyll e il capitano Nemo ad esempio), ma si trovano a vivere anche in epoche diverse.

Bao ha pubblicato cinque libri che raccolgono parte delle storie della serie: La Lega degli Straordinari Gentlemen – Vol. 1, Vol. 2, Black Dossier, Century 1910-2009 e Nemo. Fiume di spettri.
(Da 21 euro a 15,75 il primo, da prenotare)

Nimona di Noelle Stevenson
Sempre per la categoria delle storie d’avventura e fantastiche, ma in questo caso ambientate in un contesto medievale: Nimona, nato come webcomic, racconta le avventure di una giovane aspirante aiutante di un super cattivo. È parecchio divertente. Noelle Stevenson è anche l’autrice della serie di Netflix She-Ra e le principesse guerriere e di un’altra serie a fumetti pubblicata da Bao: Lumberjanes, che ha per protagoniste cinque ragazze che durante un campo estivo scout incontrano esseri soprannaturali. Questo è il primo della serie.
(Da 24 euro a 18)

Hilda di Luke Pearson
Hilda è sempre un personaggio femminile che vive avventure, ma la serie a lei dedicata è per ragazzi, non per adulti. Potreste averla vista tra i cartoni animati disponibili su Netflix: è una bambina con i capelli blu che vive in un paese immaginario molto simile alla Norvegia e alla Svezia, e nel corso della serie incontra alcuni esseri magici, come un gigante, diverse tribù di elfi, troll più o meno malintenzionati e un corvo parlante. Di libri ce ne sono quattro; il primo è esaurito, ma si può anche iniziare dal secondo, Hilda e il gigante di mezzanotte, se convivete con qualche ottenne che potrebbe essere interessato.
(Da 14 euro a 10,50)

Post Coitum di Makkox
Un suggerimento finale di tutt’altro genere, nostalgico per i fan di lunga data del Post: il libro che raccoglie le strisce verticali che Makkox faceva sul Post. Ormai un libro di storia. Una redattrice del Post comunque pensa che quelle commoventi funzionino ancora bene.
(Da 24 euro e 50 a 18,38)

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

I demoni di Zerocalcare

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.