Un dettaglio della copertina di Patience di Daniel Clowes (BAO Publishing)

Un po’ di tavole di “Patience” di Daniel Clowes

È l'ultimo graphic novel, appena pubblicato in Italia da BAO, di uno dei più importanti fumettisti americani

Un dettaglio della copertina di Patience di Daniel Clowes (BAO Publishing)

Daniel Clowes è considerato il massimo esponente del fumetto indipendente americano. Clowes è nato nel 1961 e vive in California; la maggior parte dei suoi lavori sono stati pubblicati in serie sulla rivista di fumetti Eightball e successivamente raccolti in forma di graphic novel (un termine a cui Clowes è stato contrario a lungo, prima di rassegnarsi al fatto che fosse usato da tutti). Le raccolte pubblicate in Italia sono Come un guanto di velluto forgiato nel ferroGhost World, David Boring, Ice Haven e The Death Ray, tutte per Coconino. L’ultimo lavoro di Clowes si intitola Patience, è un lungo (quasi 200 pagine) graphic novel e BAO Publishing l’ha pubblicato in Italia in contemporanea con la versione americana a metà marzo. Era da cinque anni che Clowes non pubblicava un libro e per questa ragione Patience era molto atteso.

Patience è una storia di fantascienza che inizia nel 2012 ma poi prosegue nel futuro, nel 2029. Comincia con la storia di due ragazzi sposati, Patience e Jack, senza molti soldi e in attesa di un bambino: quando Patience viene assassinata, Jack inizia un’indagine per scoprire il colpevole. Presto l’ambientazione della storia passa dal realismo delle prime tavole al surrealismo del mondo futuro in cui Jack si trova a vivere: poi si torna al passato, perché l’indagine di Jack prosegue grazie a una macchina del tempo. Queste sono le pagine iniziali del fumetto.

Le illustrazioni di Clowes sono state pubblicate su molte riviste americane, tra cui il New Yorker, Newsweek e Vogue. Insieme al regista Terry Zwigoff ha realizzato due film adattati dai suoi graphic novel: Ghost World (2001), con Scarlett Johansson, e Art School Confidential (2006), con John Malkovich e Anjelica Huston.