• Media
  • sabato 23 marzo 2019

Durante l’incontro fra Xi Jinping e Mattarella, un funzionario dell’ambasciata cinese in Italia ha minacciato una giornalista del Foglio

Venerdì mattina il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato al palazzo del Quirinale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell’ambito della sua visita in Italia per firmare un accordo commerciale col governo italiano. Durante la visita, la giornalista del Foglio Giulia Pompili – che si occupa spesso di Asia e di Cina – ha detto di essere stata minacciata più volte da Yang Han, un funzionario cinese che da circa sei mesi è il portavoce dell’ambasciata della Cina in Italia. Pompili ha raccontato che Yang le ha ripetuto due volte di «smettere di parlare male della Cina», e le ha rivolto altre frasi minacciose come «so benissimo chi sei». Il Foglio ha reso nota la conversazione in un articolo pubblicato sull’edizione di oggi.

(ANSA/UFFICIO STAMPA QUIRINALE)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.