• Mondo
  • mercoledì 13 marzo 2019

Hezbollah sta stabilendo basi nelle Alture del Golan siriane per attaccare Israele, dice Haaretz

Il gruppo radicale sciita libanese Hezbollah starebbe reclutando decine di miliziani nelle Alture del Golan siriane, vicino al confine con il territorio israeliano, con l’obiettivo di organizzare nuovi attacchi contro Israele, ha scritto il quotidiano israeliano Haaretz citando diverse sue fonti. Secondo Haaretz, Hezbollah avrebbe già reclutato decine (forse centinaia) di miliziani locali e avrebbe iniziato a raccogliere informazioni di intelligence. I miliziani, che starebbero ricevendo un compenso mensile, sarebbero inoltre già armati di esplosivi, missili anticarro e armi leggere.

Se confermata, la notizia sarebbe molto importante per Israele, che da anni sta cercando di evitare che miliziani di Hezbollah e forze fedeli all’Iran (alleate di Hezbollah) si stabiliscano vicino al confine israeliano, da cui potrebbero compiere nuovi attacchi. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha parlato in diverse occasioni del pericolo per la sicurezza nazionale di Israele provocato dal rafforzamento dell’Iran e di Hezbollah in Siria, e per questo negli ultimi anni ha ordinato numerosi attacchi aerei contro obiettivi iraniani in territorio siriano.

Alture del Golan (Juergen Schwenkenbecher/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.