• Mondo
  • mercoledì 27 febbraio 2019

Il governo di Haiti ha annunciato che le note celebrazioni del Carnevale quest’anno non si terranno a causa delle proteste delle ultime settimane

Il governo di Haiti ha annunciato che le note celebrazioni di carnevale dell’isola quest’anno saranno cancellate a causa delle manifestazioni di protesta delle ultime settimane. Migliaia di manifestanti stanno periodicamente occupando strade e piazze per chiedere le dimissioni del presidente Jovenel Moise, coinvolto in un grave scandalo di corruzione legato alla crisi in Venezuela. Le proteste sono iniziate lo scorso 7 febbraio e hanno già causato sette morti.

Haiti, che condivide con la Repubblica Domenicana l’isola di Hispaniola, di cui occupa la parte occidentale, è il paese più povero delle Americhe e uno dei più poveri al mondo. Oltre il 60 per cento dei suoi abitanti vive con meno di due dollari al giorno. Nel 2010, Haiti fu colpita da un devastante terremoto che causò la morte di 200 mila persone, mentre nel 2016 fu colpita dall’uragano Michel, che uccise 3.000 persone e causò enormi distruzioni in tutto il paese.

(AP Photo/Dieu Nalio Chery)
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.