• Mondo
  • giovedì 21 febbraio 2019

Fabien Clain, il jihadista francese dell’ISIS che registrò il messaggio di rivendicazione degli attentati di Parigi, è stato ucciso in Siria, dice France Info

Secondo la radio francese France Info, un attacco aereo compiuto mercoledì nel sudest della Siria avrebbe ucciso il conosciuto jihadista francese Fabien Clain e ferito gravemente suo fratello, Jean-Michel Clain. I due erano noti alle forze di sicurezza francesi perché erano stati le voci del messaggio di rivendicazione dell’ISIS degli attentati a Parigi del 13 novembre 2015: Fabien Clain, 40 anni, aveva registrato il messaggio vero e proprio, mentre la voce di Jean-Michel Clain, 38 anni, era stata identificata nelle canzoni religiose contenute nell’audio. L’attacco nel quale sono stati uccisi i due miliziani francesi è stato compiuto a Baghuz, l’ultimo territorio siriano ancora sotto il controllo dell’ISIS; il governo francese non ha ancora confermato la notizia della loro uccisione.

Fabien Clain si era convertito all’Islam negli anni Novanta e successivamente si era radicalizzato insieme al fratello a Tolosa, città dove era diventato amico di Mohamed Merah, che nel 2012 uccise diverse persone negli attacchi a Tolosa e Montauban. Dopo essersi unito all’ISIS in Siria, nel marzo 2015, Clain era diventato la “voce ufficiale” francese del gruppo.

La richiesta di arresto per Fabien Clain registrata dall'Interpol (Interpol via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.