• Mondo
  • giovedì 21 Febbraio 2019

Fabien Clain, il jihadista francese dell’ISIS che registrò il messaggio di rivendicazione degli attentati di Parigi, è stato ucciso in Siria, dice France Info

Secondo la radio francese France Info, un attacco aereo compiuto mercoledì nel sudest della Siria avrebbe ucciso il conosciuto jihadista francese Fabien Clain e ferito gravemente suo fratello, Jean-Michel Clain. I due erano noti alle forze di sicurezza francesi perché erano stati le voci del messaggio di rivendicazione dell’ISIS degli attentati a Parigi del 13 novembre 2015: Fabien Clain, 40 anni, aveva registrato il messaggio vero e proprio, mentre la voce di Jean-Michel Clain, 38 anni, era stata identificata nelle canzoni religiose contenute nell’audio. L’attacco nel quale sono stati uccisi i due miliziani francesi è stato compiuto a Baghuz, l’ultimo territorio siriano ancora sotto il controllo dell’ISIS; il governo francese non ha ancora confermato la notizia della loro uccisione.

Fabien Clain si era convertito all’Islam negli anni Novanta e successivamente si era radicalizzato insieme al fratello a Tolosa, città dove era diventato amico di Mohamed Merah, che nel 2012 uccise diverse persone negli attacchi a Tolosa e Montauban. Dopo essersi unito all’ISIS in Siria, nel marzo 2015, Clain era diventato la “voce ufficiale” francese del gruppo.

La richiesta di arresto per Fabien Clain registrata dall'Interpol (Interpol via AP)