• Mondo
  • lunedì 18 febbraio 2019

Il governo yemenita e i ribelli houthi hanno trovato un accordo sulla città di Hodeidah

Il governo yemenita e i ribelli houthi hanno trovato un accordo per iniziare il ritiro delle rispettive forze militari dalla città di Hodeidah, un centro strategico per l’approvvigionamento di beni di prima necessità per i 18 milioni di persone che vivono nelle aree dello Yemen controllate dai ribelli. L’intesa si inserisce nel più ampio accordo mediato dall’ONU che le due parti avevano trovato lo scorso dicembre, e che aveva l’obiettivo di mettere fine alla sanguinosa guerra che si sta combattendo nel paese dal marzo 2015: per il momento governo e ribelli hanno finalizzato l’accordo sulla prima fase del ritiro militare – il ritiro dai porti di Hodeidah, Saleef e Ras Issa, e da parti della città di Hodeidah dove si trovano le strutture per l’assistenza umanitaria – ma l’ONU ha detto che è stata trovata un’intesa di massima anche per la seconda fase, di cui si ridiscuterà entro la prossima settimana.

Soldato yemenita a Hodeidah (Taleb Almamari/picture-alliance/dpa/AP Images)