(ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)
  • TV
  • venerdì 8 febbraio 2019

Chi sono Federica Carta e Shade

Partecipano a Sanremo con il brano "Senza farlo apposta", e questa sera duetteranno con Cristina D'Avena

(ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

Federica Carta e Shade sono due cantanti che partecipano insieme a Sanremo 2019 con il brano “Senza farlo apposta”: stasera tornano a esibirsi per la serata dei duetti cantando insieme a Cristina D’Avena.

Per Carta e Shade è la seconda collaborazione, dopo quella del 2017 per la canzone “Irraggiungibile”. Federica Carta è nata nel 1999 e ha iniziato da bambina a dedicarsi al canto. A diciassette anni ha partecipato al talent show Amici, dove si è classificata seconda nella finale di canto. Sempre nel 2017 ha pubblicato il suo primo disco, intitolato Federica. Un anno più tardi ha pubblicato il suo secondo disco, Molto più di un film, e il suo primo libro Mai così felice. Il 15 febbraio 2019 uscirà il suo terzo disco, Popcorn.

Shade invece è un rapper, ha 31 anni e ha iniziato a farsi conoscere dopo aver vinto il programma MTV Spit, in cui diversi artisti si sfidavano in gare di rap freestyle. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo disco, Mirabilansia, e un anno più tardi Clownstrofobia. Nel 2016 ha anche partecipato al film Zeta, in cui ha interpretato se stesso. Nel 2018 ha pubblicato il suo terzo disco, Truman, da cui sono stati tratti tre singoli di grande successo: “Bene ma non benissimo”, “Amore a prima insta” e “Irraggiungibile”.

Il testo di “Senza farlo apposta”, la canzone di Federica Carta e Shade a Sanremo

A volte dirsi ti amo
È più finto di un «dai ci sentiamo»
Ho il tuo numero ma non ti chiamo
A te fa bene, a me fa strano
Che parli con me ma non sono qui
E non ci credo ai tuoi «fidati»
Prima facevi monologhi
Ora parli a monosillabi
E ti sei messa quei tacchi
Per ballare sopra al mio cuore
Da quando hai buttato le Barbie
Per giocare con le persone
Dicono che non capisci il valore
Di qualcuno fino a quando non l’hai perso
Tu non capiresti lo stesso
Quindi non dirlo nemmeno per scherzo
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
E ti ho detto ti amo
Non eri il regalo che immaginavo
Noi piano piano ci roviniamo
Dammi il mio panico quotidiano
Quando ti vedo con gli altri
Tu non sai quanto vorrei essere via
Sei troppo bella per essere vera
Ma anche troppo bella per essere mia
E io ho finito l’autonomia
Per sopportare ogni tua bugia
Se avessi modo dentro la testa
Cancellerei la cronologia
E non so quanto sbagliato sia
Fingere di essere un bravo attore
È ora che io me ne vada via
Scomparirò in un soffio al cuore
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
Scusa ma, non ci riesco mi hai lasciato un po’ di te
Ma hai preso tutto il resto
E sono qui stasera, ancora un’altra volta
Che c’è la luna piena, ma tu hai la luna storta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.