• Mondo
  • venerdì 1 febbraio 2019

Il freddo negli Stati Uniti, visto da Twitter

Spaghetti sospesi e acqua bollente che si gela in pochi istanti, tra le foto sorprendenti condivise negli ultimi giorni da chi vive nel Midwest

In questi giorni di gran freddo nel Midwest degli Stati Uniti, molte persone stanno pubblicando su Twitter immagini e video piuttosto sorprendenti delle cose strane e insolite che stanno succedendo. A causa di un fenomeno chiamato “Polar Vortex”, in città come Chicago e Minneapolis, nell’Illinois e nel Minnesota, i venti gelidi provenienti dall’artico hanno abbassato le temperature fino a -50 gradi centigradi, in certi casi. Il lago Michigan – quello su cui si affaccia Chicago – è in parte ghiacciato, e 12 persone sono già morte per le conseguenze del freddo.

Il “Polar Vortex” ha portato moltissimi disagi alle infrastrutture, ai trasporti e ai servizi: ma ci sono state moltissime persone che hanno avuto problemi anche in casa. Qualcuno in Minnesota ha pubblicato la foto della sua vaschetta del water esplosa, per esempio, perché l’acqua all’interno si era ghiacciata (probabilmente perché il riscaldamento della casa era spento).

A Chicago sembrano esserci fantasmi che mangiano gli spaghetti.

Le bolle di sapone si ghiacciano in pochi secondi a Omaha, in Nebraska.

L’utente che ha condiviso la foto del suo water ghiacciato è invece di Saskatchewan, in Canada.

Non sappiamo invece in che parte del Midwest viva questa ragazza, ma fa molto freddo anche lì.

Leaving the house with wet hair in the Midwest… from r/gifs

A Chicago stanno addirittura dando fuoco ai binari con quelle che sembrano scaldiglie a gas.

L’acqua bollente gettata dal balcone si gela in pochi istanti.

Fa freddo anche per le galline.

Un altro filone di foto condivise su Twitter è quello di indumenti-che-stanno-su-da-soli.

Sempre a Chicago quest’uomo ha filmato il vapore gelato dopo essersi fatto una doccia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.