Paul Drinkwater/NBCUniversal via Getty Images

I Golden Globe per chi va di fretta

Le cose più importanti da sapere sui premi di questa notte, se non vi interessano foto, discorsi e altre cose di contorno

Paul Drinkwater/NBCUniversal via Getty Images

I Golden Globe, gli importanti premi per cinema e tv assegnati dalla stampa straniera di Hollywood, sono stati assegnati questa notte. Molti premi importanti sono andati a film o persone che non erano considerati favoriti e non c’è stato un film o una serie tv che abbia fatto “incetta di premi”. Il film che ha vinto di più è stato Green Book: uscirà in Italia a fine gennaio e parla di un pianista nero e del suo autista bianco, negli Stati Uniti degli anni Sessanta. È stato premiato come miglior film commedia o musicale, ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura e il suo attore Mahershala Ali è stato premiato come miglior attore non protagonista. Il premio ritenuto più importante, quello per il miglior film drammatico, è invece andato a Bohemian Rhapsody, il film sui Queen e su Freddie Mercury, che è interpretato da Rami Malek, premiato come miglior attore protagonista in un film drammatico.

Leggi anche: Tutti i vincitori dei Golden Globe 2019

Gleen Close ha vinto il premio per la miglior attrice drammatica (che molti pensavano sarebbe andato a Lady Gaga, protagonista di A Star is Born) grazie alla sua interpretazione in The Wife. Christian Bale – che ha recitato in Vice, il film sull’ex vicepresidente americano Dick Cheney – ha vinto il premio come miglior attore protagonista in un film comedy. Olivia Colman ha vinto il corrispettivo premio femminile grazie alla sua interpretazione in La favorita, in cui interpreta la regina britannica Anna. Regina King, attrice di Se la strada potesse parlare (in Italia dal 24 gennaio) ha vinto il premio per la miglior non protagonista. Roma, che si può vedere su Netflix, ha vinto il premio come miglior film straniero e Alfonso Cuarón come miglior regista.

Leggi anche: I migliori momenti dei Golden Globe 2019

Se vi sembra che tra le commedie ci fossero film poco divertenti o tra i film drammatici film che forse sarebbero stati meglio tra le commedie, può essere. Le categorie dei Golden Globe sono piuttosto labili.

Per quanto riguarda la tv, il premio per la miglior serie drammatica è andato a The Americans, storia di spie russe ispirata a una storia vera. Il metodo Kominsky, una serie di Netflix, è stato scelto come miglior serie comedy. I premi per gli attori drammatici sono andati a Sandra Oh di Killing Eve (che ha anche condotto la serata con Andy Samberg) e a Richard Madden di Bodyguard. Quelli per la recitazione in serie comedy li hanno vinti Rachel Brosnahan (per La fantastica signora Maisel) e Michael Douglas (per Il metodo Kominsky). La miniserie L’assassinio di Gianni Versace – American Crime Story ha vinto due premi.

Tutti gli altri premi li trovate qui. Tutto quello che è successo oltre ai premi lo trovate qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.