• Mondo
  • martedì 1 gennaio 2019

Il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria durerà alcuni mesi, non poche settimane come inizialmente annunciato

Il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria durerà alcuni mesi, non poche settimane come inizialmente annunciato dal presidente Donald Trump. La notizia è stata confermata lunedì da alcuni funzionari dell’amministrazione statunitense e lo stesso Trump è sembrato fare un riferimento alla cosa in un tweet dove ha detto che il ritiro sarà fatto “lentamente”. Trump aveva annunciato il ritiro dei circa 2000 soldati americani in Siria a metà dicembre, sorprendendo un po’ tutti e provocando anche le dimissioni del segretario della Difesa Jim Mattis.

Il ruolo degli Stati Uniti in Siria era ritenuto ancora molto importante sia per la lotta allo Stato Islamico (che non è ancora stato sconfitto, come invece sostiene Trump) che per la stabilità della regione, specialmente nelle zone controllate dai curdi siriani (che sono stati i principali alleati degli Stati Uniti nella lotta allo Stato Islamico). Trump aveva inizialmente promesso di ritirare tutti i soldati statunitensi dalla Siria entro trenta giorni, ora sembra che il ritiro sarà graduale e che occorreranno circa quattro mesi per completarlo.

Donald Trump insieme ad alcuni soldati alla base aerea di al Asad in Iraq (AP Photo/Andrew Harnik)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.