Le migliori foto di Spazio del 2018

Cioè un viaggio di miliardi di chilometri, dalle forme riconoscibili della Terra a mondi lontanissimi e irraggiungibili: partiamo?

Un cosmonauta russo nel corso di un’attività extraveicolare (EVA) all’esterno della Stazione Spaziale Internazionale lo scorso 11 dicembre (Alexander Gerst / ESA)

Il 2018 è iniziato con il lancio di un gigantesco razzo spaziale, il Falcon Heavy di SpaceX, ed è finito con il perfetto atterraggio su Marte del lander InSight della NASA a dicembre. Nel mezzo ci sono stati innumerevoli altri lanci, l’arrivo su un asteroide e una dettagliatissima mappa della nostra galassia, la Via Lattea, che trasformerà l’astronomia. Gli astronauti hanno continuato ad avvicendarsi sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), realizzando esperimenti, passeggiate spaziali e spettacolari fotografie del nostro pianeta dagli oblò del loro avamposto in orbita. Dalla Terra abbiamo osservato un’eclissi lunare molto particolare, visto a occhio nudo Marte mai così vicino a noi da 15 anni, mentre i più fortunati hanno di recente visto una cometa in cielo.

Le immagini di quest’anno ci mostrano mondi vicini e già esplorati, come la Luna, e altri ancora distanti e per ora popolati solamente da robot, come Marte. Ci mostrano anche posti ancora più lontani, dove la luce prodotta impiega centinaia di anni prima di arrivare al nostro pianeta, posti variopinti e turbolenti, dove stanno nascendo enormi quantità di nuove stelle. Dalla fotografia scattata con una reflex da un astronauta sulla ISS alle immagini di posti lontanissimi osservati con il telescopio spaziale Hubble, manteniamo il nostro sguardo sull’Universo, in attesa delle prossime imprese e di dimostrare a noi stessi di cosa siamo capaci.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.