Giovedì è stata un’altra giornata di grandi perdite per la borsa statunitense

Giovedì 20 dicembre è stato un altro giorno difficile per la borsa statunitense, con l’indice Dow Jones di Wall Street che ha perso circa 464 punti, che si aggiungono a quelli persi nei cinque giorni precedenti arrivando a 1.700. L’indice principale di riferimento, S&P 500, ha perso l’1,5 per cento mentre l’indice dei titoli tecnologici NASDAQ ha perso l’1,6 per cento. Per entrambi gli indici sono state le chiusure più basse dall’autunno del 2017. L’andamento negativo è stato condizionato dai timori degli investitori per un possibile “shutdown” delle attività governative e, più in generale, per le prestazioni di alcune delle più grandi aziende al mondo nel settore tecnologico come Apple e Amazon. Le perdite sono inoltre legate alla recente decisione della Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, di alzare i tassi d’interesse.

(BRYAN R. SMITH/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.