• giovedì 6 dicembre 2018

Un regalo di Natale al giorno: -19

Davvero utile, per spazzolare bene

Anche agli animali negli zoo, tra cui l'ippopotamo pigmeo Thug, dello zoo di Londra, vengono lavati i denti (Getty Images/Getty Images)

Ci sono quelli che ogni gennaio aprono un documento Excel, su cui annotano diligentemente quale regalo fare ad ogni amico e parente per il Natale successivo.
A ottobre li comprano.

E poi ci sono quelli che il pomeriggio del 24 dicembre, nel panico delle ultime ore, si trovano in un negozio pieno di gente a comprare i soliti calzini. Puntualmente, negli istanti prima di essere travolti da una famiglia con nonni e carrelli al seguito, si maledicono e si promettono: «L’anno prossimo i regali li compro in anticipo, su internet». Puntualmente, si ritrovano il 24 dicembre dell’anno dopo a essere travolti dalla stessa famiglia, che nel frattempo ha un bambino in più.

Visto che i primi sono supereroi e i supereroi se la cavano benissimo da soli, e visto che quelli della seconda categoria – gli umani, insomma – sono la grande maggioranza, il Post ha pensato a un piano di compromesso per cercare di salvarli.

Un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no, riproviamo il giorno dopo: non chiuderà la pratica-regali, ma speriamo di aiutarvi a smaltirne una parte. E se nel frattempo imbarchiamo qualcuno della mozione Flanagin, anche meglio.

Il regalo di oggi è sicuramente utile, ma potrebbe essere incompreso o, peggio, ritenuto inopportuno se non presentato bene. Quindi partiamo da lontano: la pulizia dei denti è importante per la salute. Il colore dello smalto e l’odore dell’alito sono sicuramente cose importanti – il secondo soprattutto – ma sono generalmente sintomi di altri problemi più seri che possono essere legati a qualche errore nel lavarsi i denti. Del resto non è una cosa facile da fare. Pochissime persone sono capaci di lavarsi i denti davvero come consigliano i dentisti (i risultati degli studi sul filo interdentale ne sono una prova) ma è facile migliorare con l’aiuto di uno spazzolino elettrico. Cioè il regalo di Natale a cui stavamo pensando.

Tra gli spazzolini elettrici di Oral-B quasi tutti fanno due cose semplici che possono migliorare molto la qualità dello spazzolamento: hanno un timer che segnala quando passare da un’arcata all’altra, con un cambiamento nella vibrazione, in modo che i denti siano spazzolati per tutto il tempo necessario; emettono una luce quando si preme con troppa forza su denti e gengive, rischiando di farle sanguinare. Modelli più sofisticati hanno altre funzioni e possono addirittura connettersi a un’app (la linea Genius per quanto riguarda Oral-B), ma diciamo che il sensore di pressione e il timer sono sufficienti.

L’Oral-B Pro 2 2000N li ha entrambi. Come la maggior parte degli spazzolini elettrici ha una batteria che si ricarica attaccandolo alla spina e ha un’autonomia di qualche giorno, quindi se è carico ce lo si può portare via per un weekend senza portarsi dietro anche la base di ricarica. Una redattrice del Post ne usa uno da quando ha messo l’apparecchio e si trova bene. Peraltro da oggi e fino al 13 dicembre è in vendita in offerta su Amazon: costa 42 euro. Con quello che risparmiate procuratevi una bella carta con cui impacchettarlo per dargli un’immagine migliore.

Se poi volete stupire, potete pure regalare uno di quegli spazzolini “smart”: in breve, monitorano come usate lo spazzolino e vi dicono se spazzolate bene. Costano di più, ma anche questo, l’Oral-B Smart 5 5000N, è in scontoQui invece sono raccolti gli altri suggerimenti del calendario dell’avvento consumistico del Post, e in queste liste in particolare idee divise in base al prezzo:

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 20 e i 60 euro
– Regali tra i 60 e i 100 euro

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Mostra commenti ( )