Parigi è nostra scritto vicino all'Arco di Trionfo, Parigi, 2 dicembre (AP Photo/Kamil Zihnioglu)
  • Mondo
  • martedì 4 dicembre 2018

I graffiti delle proteste di Parigi, in foto

Una raccolta degli slogan e delle rivendicazioni dei "gilet gialli", sui muri e sui monumenti della città

Parigi è nostra scritto vicino all'Arco di Trionfo, Parigi, 2 dicembre (AP Photo/Kamil Zihnioglu)

Il Guardian ha raccolto le fotografie dei graffiti che sono stati fatti per le strade e sui monumenti di Parigi nelle ultime due settimane durante le proteste dei “gilet gialli“. Le manifestazioni erano iniziate il 17 novembre contro l’aumento del costo del carburante, ma si sono poi allargate a una critica più generica contro il governo del presidente Emmanuel Macron e contro le disuguaglianze.

Molte scritte chiedono le dimissioni di Macron, altre parlano di “rovesciamento della borghesia”, di insurrezione, di cambiamento. E una (la prima qui sotto), riprende quella famosa frase sulla “brioche” attribuita a Maria Antonietta.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.