15 invenzioni notevoli del 2018

Tra quelle scelte da Time: un sistema di assistenza in streaming per ciechi, collant che durano 50 anni e un nuovo farmaco per l'emicrania, per esempio

Una delle migliori invenzioni del 2018 secondo Time (Lynq)

Come ogni anno, il settimanale statunitense Time ha pubblicato una lista con quelle che ha valutato essere le migliori invenzioni dell’anno: per il 2018 non ne sono state scelte 25 come nel 2017, ma 50, divise in base all’ambito di utilizzo. Non tutte sembrano eccezionali nella stessa misura, perciò abbiamo scelto le 15 apparentemente più utili oppure più rivoluzionarie rispetto a ciò che c’è già, soprattutto nella vita di tutti i giorni. Ad esempio c’è un promettente farmaco per l’emicrania, dei collant fatti per durare 50 anni, una salsiccia vegetale e un coperchio per tutti i tipi di padella.

La copertina del numero di Time dedicato alle migliori invenzioni del 2018: uscirà il 26 novembre

1. Aira
È un servizio in abbonamento per le persone cieche o ipovedenti: permette loro di trasmettere in live-streaming, 24 ore al giorno e 7 giorni a settimana, immagini dall’ambiente che le circonda a un operatore in modo che questo possa dargli indicazioni utili a raggiungere un oggetto o un luogo o a svolgere alcuni compiti. Aira è pensato ad esempio per aiutare ciechi e ipovedenti a mettere in ordine la posta, fare la lavatrice, abbinare i colori degli abiti e trovare il proprio posto in uno stadio o in un teatro. Costa 99 dollari al mese.

2. Gillette Treo
I comuni rasoi da barba sono fatti per essere usati da qualcuno che si fa la barba da sé: per questo quando vengono usati da qualcun altro – un infermiere o un familiare – su una persona che non è in grado di farsi la barba da sola (perché malata o disabile), sono scomodi ed è facile che chi viene rasato venga ferito. Il rasoio Treo di Gillette, da poco in vendita, è stato pensato per risolvere il problema: la testina con le lame è flessibile e il manico contiene un gel per la rasatura, migliore della schiuma da barba perché permette di vedere bene dove passa il rasoio.

3. Sheerly Genius
Sono dei collant resistentissimi: sono fatti con un tessuto, lo Sheertex, realizzato con il più resistente polimero che esiste, il polietilene ad altissimo peso molecolare (UHMXPE), solitamente usato per i giubbotti antiproiettile. Costano 99 dollari, ma secondo l’azienda canadese che li produce possono durare fino a 50 anni contrariamente ai normali collant che possono rompersi anche la prima volta che li si indossa. Se ne può ordinare un paio per riceverlo a marzo.

4. Zozosuit
Di questa invenzione si era già occupato anche il Post: è un completo di leggings e maglietta a maniche lunghe, molto aderente, che serve per prendere misure molto precise del corpo di chi lo indossa grazie a una app. Con queste misure poi si possono acquistare dei vestiti – per ora solo un maglione, qualche tipo di maglietta, una camicia e alcuni modelli di jeans – su misura, tutti con uno stile elementare, da tutti i giorni, sul sito di Zozo, che è una startup giapponese. Qui potete leggere meglio come funziona:

Come comprare abiti su misura senza uscire di casa

5. Beyond Sausage
Beyond Meat (letteralmente “oltre la carne”) è una delle aziende che da alcuni anni stanno cercando di produrre e diffondere alimenti che sembrano fatti di carne alla vista, all’olfatto e al gusto, ma in realtà sono fatti di vegetali. Finora Beyond Meat produceva già un “hamburger” di questo tipo, il Beyond Burger, e quest’anno si è messa a produrre anche una salsiccia vegetale, la Beyond Sausage appunto. Secondo Time ha un sapore molto simile a quello delle vere salsicce, ma contiene il 43 per cento in meno di grassi ed è molto più ecologico produrla.

6. Universal Lid
L’idea di fare un coperchio per pentole e padelle universale, cioè adattabile a un gran numero di pentole e padelle, non è nuova, ma secondo Time con l’Universal Lid di Made In si è finalmente raggiunto un risultato soddisfacente. È fatto di acciaio inox e silicone e ha tre misure diverse, che però possono andare bene per diverse pentole, dato che il silicone è un materiale elastico e flessibile. I vantaggi: non serve avere un gran numero di coperchi ed è quindi anche più semplice trovare quello giusto. Costa 50 dollari e la prima produzione è andata esaurita due giorni dopo la messa in vendita.

7. FreshWorks
È possibile migliorare anche la tecnologia dei contenitori per frutta e verdura. L’azienda di prodotti per la casa Rubbermaid lo ha fatto con la serie di contenitori FreshWorks, che tengono i vegetali freschi più a lungo. Nel coperchio c’è un filtro che regola lo scambio di ossigeno e anidride carbonica con l’esterno in modo che sia sempre ottimale (nel processo di maturazione frutta e verdura consumano ossigeno ed emettono anidride carbonica e acqua) e sul fondo c’è una griglia che tiene lontani i vegetali dall’acqua che rilasciano e che potrebbe favorire lo sviluppo di muffa. Non sembra una grossa innovazione, ma può aiutare a sprecare meno cibo. Si possono acquistare anche in Italia, ma attenzione: dovrebbero funzionare solo se scelti della giusta misura.

8. LynQ
Già da alcuni anni esistono quei piccoli dispositivi per non perdere le chiavi e altri oggetti. Questa invenzione, in pratica una bussola che funziona grazie al GPS, nasce da un concetto simile ma serve per ritrovare le persone (e gli animali). È pensata per chi deve andare con un proprio amico o familiare in un luogo molto affollato (come un grande concerto all’aperto) dove i cellulari potrebbero funzionare male, oppure deve tenere d’occhio un bambino o un cane. L’importante è che le due persone – o la persona e l’animale – che devono ritrovarsi ne abbiano una ciascuno. Per usarlo con bambini e cani si può anche impostare una «area di sicurezza»: quando il bambino o il cane ne escono, l’adulto responsabile viene avvertito con un suono.

9. Acuvue Oasys with Transitions
Sono lenti a contatto (non ancora in vendita) che si adattano alla luce presente nell’ambiente come le lenti per occhiali Transitions. Permetteranno di non strizzare mai gli occhi in una giornata molto soleggiata, anche senza indossare gli occhiali da sole, e senza l’effetto delle lenti per occhiali Transitions (non sempre bello da vedere).

10. Aimovig
È un farmaco per prevenire l’emicrania, il primo sviluppato appositamente per questo problema. Finora infatti i trattamenti consistevano in semplici cure antidolorifiche o contro la nausea, mentre per ridurre gli attacchi di mal di testa si usano medicine per altre patologie, come il metroprololo per la pressione alta o l’acido valproico per l’epilessia. Sono efficaci solo in parte e possono comportare seri effetti collaterali. L’Aimovig è stato sviluppato dalla casa farmaceutica Novartis e dalla società di biotecnologie Amgen e consiste in un’iniezione mensile: negli Stati Uniti il trattamento avrà un costo di 6.900 dollari all’anno, che gli esperti giudicano appropriato visto il miglioramento della qualità della vita che promette. Aimovig non eliminerà del tutto i mal di testa di chi soffre di emicrania, ma dovrebbe ridurli almeno del 50 per cento.

Il Post ne aveva scritto più nel dettaglio qui:

C’è un promettente trattamento contro l’emicrania

11. Fundamental Surgery
È un simulatore per operazioni chirurgiche migliore dei precedenti perché fornisce informazioni tattili ai chirurghi che lo usano attraverso vibrazioni simili a quelle dei telefoni. Costa meno di altri simulatori e negli Stati Uniti viene usato già da cinquanta ospedali.

12. Nanobébé
È un biberon più facile da tenere in mano sia per i bebè che per chi li sta allattando, perché fatto a forma di tetta concava. La forma è stata pensata anche per riscaldare il latte più velocemente e in modo uniforme, e quindi non alterarne troppo le proprietà nutritive.

13. Reebok PureMove
È un reggiseno sportivo pensato per adattarsi al tipo di attività fisica che chi lo indossa sta svolgendo: quando si fa un movimento brusco e il tessuto del reggiseno si tende, un gel contenuto al suo interno lo fa indurire, per offrire un maggiore supporto; quando invece si sta a riposo, il tessuto si allarga in modo da far respirare bene chi lo indossa. Costa 60 euro, c’è da agosto ed è il prodotto di maggior successo che Reebok abbia mai venduto online.

14. LIA
È un test di gravidanza progettato per essere biodegradabile (è fatto di carta) e quindi inquinare meno ma anche per essere gettato nello scarico del gabinetto dopo essere stato usato: per questa ragione dà a chi lo usa una maggiore privacy, nel caso qualcun altro usi lo stesso bagno e quindi lo stesso cestino per la spazzatura.

15. The Carry-on Closet
Letteralmente “armadio da trasporto”, è un trolley che contiene una struttura a cassetti in tessuto, simile a quelle per organizzare gli armadi di Ikea, che una volta arrivati a destinazione si apre ed evita di dover disfare la valigia come si fa di solito. Costa 200 dollari ed è prodotto da Solgaard Design.

Mostra commenti ( )