La nuova Ford Focus (Ford)
  • Articolo Sponsorizzato

Cosa c’è da sapere sulla nuova Ford Focus

Dopo 20 anni dalla prima Focus, acquistata da 16 milioni di persone, Ford ne ha progettata una completamente ridisegnata e tecnologicamente avanzatissima

La nuova Ford Focus (Ford)

Ad aprile Ford ha presentato in Europa la nuova Focus, a vent’anni dall’arrivo sui mercati della prima, che nelle sue tre generazioni successive è stata acquistata da più di 16 milioni di persone. A differenza dei modelli che si sono avvicendati in questi anni, la nuova Focus è stata completamente ridisegnata usando le segnalazioni e le richieste dei clienti come punto di partenza: per questo Ford la considera «la migliore Ford di sempre». Abbiamo messo insieme la lista di tutte le sue caratteristiche più importanti, spiegandole una ad una, per capire perché.

La nuova Focus, in breve
Come le precedenti Focus, è una automobile del “segmento C”, la tipologia che secondo la classificazione della Commissione Europea include le auto compatte, adatte a una famiglia, ma non troppo grandi. È disponibile anche nel formato wagon, circa 30 centimetri più lungo rispetto ai 4,4 metri della versione 5 porte e con un bagagliaio più capiente di circa 300 litri, sia a benzina che diesel.

Potete scegliere tra sei diversi motori, tre a benzina e tre diesel. Il motore a benzina si chiama Ford EcoBoost 1.0: nella versione da 100 cavalli è associato al cambio manuale, con 6 rapporti; nelle versioni da 125 e 150 cavalli può essere abbinato sia al cambio manuale con 6 rapporti che al cambio automatico con 8. In tutti e tre i casi uno dei tre cilindri del motore viene automaticamente disattivato (in 14 millisecondi) quando la massima potenza non è necessaria: in questo modo si risparmia energia e carburante. Per quanto riguarda i motori diesel, ci sono da 95, 12o e 150 cavalli. L’EcoBlue 1.5 da 95 cavalli è disponibile con il cambio manuale da 6 rapporti. L’EcoBlue 1.5 da 120 cavalli, invece, può andare anche insieme al cambio automatico con 8 rapporti; lo stesso vale anche per l’EcoBlue 2.0, quello da 150 cavalli.

Tutti i motori disponibili sulla nuova Focus sono i più ecologici mai progettati da Ford. La Focus, peraltro, permette di risparmiare carburante e ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica del 10 per cento rispetto alla vecchia Focus, perché il suo peso è stato ridotto di 88 chili. Secondo un test della rivista Quattroruote, l’EcoBoost 1.0 da 125 cavalli fa più di 15 chilometri con un litro di benzina.

Il motore non è comunque l’unico aspetto della nuova Focus che si può scegliere. Per l’auto sono stati disegnati cinque diversi allestimenti: lo sportivo ST-Line, l’elegante Titanium e l’esclusivo Vignale, il pratico Plus e l’Active, un “crossover” con alcune caratteristiche in comune con i SUV. I colori disponibili sono 13.

Le innovazioni della nuova Focus
La nuova Focus si distingue in modo particolare sotto tre aspetti: la sicurezza, le tecnologie di guida assistita e la connettività.

Riguardo alla sicurezza (di cui potete leggere più nello specifico qui), a luglio la Focus ha ricevuto il punteggio di 5 stelle – il massimo possibile – dello European New Car Assessment Programme (Euro NCAP), il programma dell’Unione Europea sostenuto dalle maggiori aziende automobilistiche che si occupa di valutare la sicurezza dei nuovi modelli di automobili. Si è distinta in particolare per alcuni sistemi tecnologici legati alla sicurezza, come il Pre-Collision Assist, che riconosce la presenza di pedoni e ciclisti sulla strada e invita il conducente a frenare.

Un altro sistema tecnologico molto importante per la sicurezza lo troviamo anche tra quelli che fanno della nuova Ford Focus un’auto che fa anche “da copilota”. È l’Evasive Steering Assist, che aiuta a ridurre il rischio di eventuali collisioni derivanti da veicoli che procedono a rilento o inaspettatamente fermi, presenti sulla strada. In aggiunta a questo strumento poi la Focus ha dei sensori che regolano la velocità sia in base al traffico che al limite di velocità vigente (Speed Sign Recognition), un sistema che applica continue correzioni a sterzo, motore e freni per mantenere l’auto allineata al centro della corsia (Lane Centering Assist), e un’altra tecnologia che regola la velocità sia in base al traffico che al limite di velocità (Speed Sign Recognition).

Un’importante innovazione, nell’ambito della connettività, è il FordPass Connect che rende la nuova Focus la prima automobile Ford realmente connessa a internet. Infatti, grazie al modem integrato, l’auto diventa anche un hotspot wi-fi che può collegare fino a 10 dispositivi. Con l’app FordPass è possibile conoscere il livello del carburante, ricordare il luogo dove è stata parcheggiata la vettura e aprire e chiudere le portiere a distanza.