La nuova Ford Focus e FordPass, l'app per controllare alcune delle sue funzioni (Ford)
  • Articolo Sponsorizzato

C’è un’app anche per questo: per usare un’automobile

Dà informazioni sul livello di carburante, ricorda dove l'avete parcheggiata e permette di accendere il motore in anticipo per riscaldare o rinfrescare l'abitacolo

La nuova Ford Focus e FordPass, l'app per controllare alcune delle sue funzioni (Ford)

C’è un’automobile che anche quando siete lontani vi fa sapere quanto carburante c’è nel suo serbatoio, vi dice dove si trova se non ricordate dove l’avete parcheggiata, vi permette di chiudere le portiere a distanza (salvandovi dal dubbio assillante di averle lasciate aperte) e di accendere il motore per avviare il riscaldamento d’inverno o l’aria condizionata d’estate prima che ci saliate: è la nuova Ford Focus.

Da tempo negli Stati Uniti ci sono automobili che si possono in parte controllare a distanza usando delle applicazioni per gli smartphone e, con la nuova Focus, Ford ha portato anche in Europa un’auto “connessa”. La app da scaricare, disponibile sia per dispositivi iOS che Android, si chiama FordPass: si connette all’auto inserendo il suo numero di telaio e permette di visualizzare e gestire numerose informazioni legate non solo all’auto stessa ma anche a servizi esterni, come le mappe con gli aggiornamenti sul traffico in tempo reale, e di farlo anche quando si è lontani dall’auto.

Dalla Home di FordPass si può accendere o spegnere il motore della propria auto a distanza (se l’auto ha il cambio automatico), oppure chiuderne o aprirne le portiere, oltre ad accedere a una serie di informazioni sul veicolo grazie a un modem con SIM Vodafone integrata nell’auto. C’è una funzione di diagnostica che rileva i potenziali problemi e segnala, ad esempio, se c’è una gomma forata o se bisogna ricaricare la batteria, aggiungere olio o semplicemente fare rifornimento di carburante: lo fa anche a distanza. Vi informa pure sul numero di chilometri percorsi e vi dà aggiornamenti sul traffico. Dalla sezione delle mappe invece si possono confrontare in anticipo i prezzi del carburante nelle stazioni di servizio più vicine e trovare informazioni sulle tariffe dei parcheggi della zona in cui ci si trova, tra le altre cose.

La schermata Home e quella delle mappe su FordPass

Una sezione dell’app poi è dedicata ai servizi di assistenza Ford: dalla app si può chattare, mandare un’email o fare una telefonata per chiedere assistenza stradale, se ad esempio si è fermi con una gomma forata, senza carburante o con un problema al motore, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. FordPass è anche collegata con il sistema antifurto dell’auto.

Oltre alle funzioni di FordPass, la nuova Ford Focus ha altri due strumenti che la rendono “connessa” come poche altre automobili. Il primo è per le emergenze ed è il sistema eCall: in caso di incidente, il modem con SIM integrata si connette automaticamente (e gratuitamente) al numero unico di emergenza 112 a cui fornisce la posizione GPS dell’auto.

L’altro strumento è l’Hotspot Wi-Fi che si può accendere usando la SIM dell’automobile e connette alla rete Wi-Fi fino a dieci dispositivi diversi contemporaneamente. L’Hotspot, attivo mentre il motore è in funzione o con quadro acceso e fino a 30 minuti dopo lo spegnimento dell’auto, raggiunge anche l’area circostante il veicolo fino a un raggio di 15 metri. Per la vostra sicurezza, è bene che non lo usiate per leggere i messaggi mentre state guidando: detto questo, rende la vita molto più comoda per chi ha bisogno di usare un navigatore o vuole ascoltare una playlist o un audiolibro su una piattaforma di streaming.

Per i primi tre mesi dall’acquisto della Ford Focus, si può usare l’Hotspot gratuitamente, fino a 3 Giga di dati al mese. Poi se si è interessati ad avere questa funzione si può fare un contratto con Vodafone disponibile con diverse tariffe, giornaliere, mensili o annuali: ad esempio, con 150 euro si ha diritto a 100 Giga di navigazione in un anno.