• Italia
  • martedì 6 novembre 2018

I due carabinieri accusati di stupro a Firenze sono stati condannati a sei mesi per un reato militare

Marco Camuffo e Pietro Costa, i due carabinieri accusati di stupro da due studentesse americane, sono stati condannati a sei mesi di reclusione – con pena sospesa – da un tribunale militare per “violata consegna”: cioè per l’uso improprio dell’auto di servizio con cui, nella notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 settembre 2017, riaccompagnarono le due studentesse nella loro casa dove sarebbe poi avvenuto lo stupro.

Camuffo, 44 anni, era già stato condannato dal tribunale ordinario di Firenze a 4 anni e 8 mesi per violenza sessuale e abuso di autorità, dopo che aveva chiesto di essere processato con rito abbreviato, che prevede uno sconto di un terzo della pena. Il prossimo 10 maggio inizierà il processo all’altro carabiniere, Pietro Costa di 32 anni, che ha rifiutato il rito abbreviato. A maggio entrambi erano stati destituiti, cioè espulsi dall’Arma dei carabinieri.

(ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.