• Italia
  • sabato 12 maggio 2018

I due carabinieri accusati di aver stuprato le due ragazze americane a Firenze sono stati destituiti

Marco Camuffo e Pietro Costa, i due carabinieri che lo scorso settembre furono accusati di stupro da due studentesse americane a Firenze, sono stati destituiti – cioè espulsi dall’Arma dei carabinieri – dopo un’indagine disciplinare che era stata avviata subito dopo la denuncia. Il codice militare prevede che, in caso di assoluzione nell’eventuale processo penale a carico dei due carabinieri, possano chiedere di essere reintegrati.

Le due studentesse, di 19 e 20 anni, avevano accusato Camuffo e Costa di averle violentate nell’androne del loro palazzo e nella loro casa, dopo che le avevano accompagnate a casa da una discoteca la notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 settembre 2017. Camuffo e Costa hanno sempre sostenuto che le due ragazze fossero consenzienti: erano stati sospesi dopo la denuncia, e ora sono stati espulsi dall’Arma dei Carabinieri. La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per i due carabinieri, e per la fine di maggio ci si aspetta l’udienza che determinerà se saranno processati.

L'esterno della discoteca Flo a Firenze, 9 settembre 2017 (ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.