• Sport
  • lunedì 29 ottobre 2018

Il memoriale per il proprietario del Leicester City

Le foto dei fiori e delle lettere lasciati fuori dallo stadio di Leicester, e di chi passa di lì per ricordare il presidente della squadra Vichai Srivaddhanaprabha, morto in un incidente aereo

(Christopher Furlong/Getty Images)

Da ieri i tifosi della squadra di calcio inglese del Leicester City stanno lasciando fiori, lettere e messaggi davanti allo stadio della squadra, per ricordare l’imprenditore thailandese Vichai Srivaddhanaprabha, cioè il presidente e proprietario della squadra di calcio, morto in un incidente aereo sabato 27 ottobre. L’elicottero su cui si trovava è precipitato poco dopo il decollo dal King Power Stadium, lo stadio del Leicester, dove si era appena giocata una partita di Premier League. Insieme a Srivaddhanaprabha, che aveva 60 anni, sono morti anche due suoi collaboratori, il pilota e un altro passeggero. Oltre ai giocatori della squadra, oggi hanno fatto visita al memoriale anche la moglie e il figlio dell’imprenditore, che hanno depositato una corona di fiori.

Srivaddhanaprabha era solito prendere l’elicottero per tornare a Londra dopo le partite casalinghe del Leicester a cui assisteva. Oltre a essere il presidente della squadra – che nel 2016 portò a una storica vittoria della Premier League – Srivaddhanaprabha era anche il CEO di King Power, una catena che gestisce vari negozi aeroportuali, ed era considerato uno degli uomini thailandesi più ricchi. Secondo Forbes aveva un patrimonio stimato in quasi 4,3 miliardi di euro.