(MANDEL NGAN/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • mercoledì 3 ottobre 2018

Donald Trump ha preso in giro la donna che accusa Brett Kavanaugh

Durante un comizio in Mississippi ne ha fatto una sua imitazione, facendo capire di pensare che si sia inventata tutto

(MANDEL NGAN/AFP/Getty Images)

Durante un comizio in Mississippi, martedì 2 ottobre, il presidente statunitense Donald Trump ha preso in giro Christine Blasey Ford, la donna che ha accusato di tentato stupro Brett Kavanaugh, il giudice che Trump ha scelto per fare parte della Corte Suprema. Tra gli applausi dei suoi sostenitori, Trump ha fatto una sorta di imitazione di Ford, mettendo in ridicolo il fatto che non si ricordi alcuni dettagli del giorno in cui dice che Kavanaugh cercò di stuprarla, nei primi anni Ottanta. Il sottotesto dell’imitazione di Trump è che Ford si sia inventata tutta la storia per danneggiare Kavanaugh, una tesi senza fondamento ma molto popolare tra i suoi sostenitori, e che – con molti giri di parole – ha sostenuto Kavanaugh stesso durante un’audizione al Senato. Sulle accuse sta ora indagando l’FBI, anche se con molte limitazioni.

Nel video, Trump fa delle domande e risponde come se fosse Ford:

Una sola birra! Avevo bevuto una sola birra!
Pensi che sia possibile che..
NO! Una sola birra!
Ok bene, come sei tornata a casa?
Non ricordo.
Come eri arrivata alla festa?
Non ricordo.
Dov’era il posto?
Non ricordo.
Quanti anni fa è successo?
Non lo so, non lo so..
Che quartiere era?
Non lo so.
Dov’è la casa?
Non lo so.
Al piano di sopra? Al piano di sotto?
Non lo so. Ma avevo bevuto una sola birra. Questa è l’unica cosa che ricordo.

In realtà Ford ha raccontato molti dei dettagli che secondo Trump non ricorderebbe, descrivendo per esempio con precisione la piantina della casa in cui sarebbe avvenuto il tentativo di stupro. Poco prima di partire per il Mississippi, Trump aveva parlato con alcuni giornalisti alla Casa Bianca e aveva già affrontato il tema delle accuse a Kavanaugh, dicendo: «per tutta la mia vita ho saputo che sei innocente fino a prova contraria, ma ora sei colpevole fino a prova contraria. È una condizione molto molto difficile». Poi Trump aveva ribadito questo concetto, dicendo: «Sono tempi molto duri se sei un giovane uomo in America, perché puoi essere colpevole di qualcosa di cui non sei colpevole» e «Puoi essere una persona che si è comportata perfettamente per tutta la vita e qualcuno ti accusa di qualcosa – non deve per forza essere una donna – e sei automaticamente colpevole».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.