Osaka, 4 settembre 2018 (Kota Endo/Kyodo News via AP)
  • Mondo
  • martedì 4 Settembre 2018

Il tifone Jebi in Giappone

È il più violento nel paese negli ultimi 25 anni: almeno sei persone sono morte e ci sono 160 feriti

Osaka, 4 settembre 2018 (Kota Endo/Kyodo News via AP)

Il tifone Jebi è arrivato oggi in Giappone, provocando grossi danni e causando il ferimento di molte persone soprattutto nell’ovest del paese. Il tifone – il più violento a colpire il Giappone negli ultimi 25 anni – sta provocando allagamenti e valanghe, e i forti venti che negli ultimi giorni hanno raggiunto i 216 chilometri all’ora stanno creando problemi alle navi in mare e alle automobili sulle autostrade e sui viadotti. Almeno sei persone sono morte e 160 sono state ferite per cause collegate al tifone. In particolare il crollo di una copertura di vetro alla stazione di Kyoto ha ferito diverse persone, ha detto la polizia.

Più di un milione di persone ha ricevuto un messaggio che consigliava di evacuare le loro case, mentre diverse migliaia di persone hanno ricevuto un più perentorio invito a lasciare le loro abitazioni e trasferirsi temporaneamente in uno dei 1.500 centri di accoglienza allestiti in tutto il Giappone.

Sta girando molto in queste ore il video di un cargo fuori controllo che il vento ha spinto contro un ponte nella baia di Osaka. Sia la nave che il ponte hanno subito grossi danni, mentre l’equipaggio della nave sta bene.