(LaPresse - Vince Paolo Gerace)
  • TV
  • domenica 19 Agosto 2018

Al primo giorno di diretta, Dazn ha avuto un sacco di problemi

Molti utenti hanno riscontrato vari problemi di connessione durante Lazio-Napoli, e non sono riusciti a vedere la partita

(LaPresse - Vince Paolo Gerace)

Ieri sera l’inizio del campionato di Serie A è coinciso anche con l’esordio di DAZN, il nuovo servizio di streaming che ha comprato parte dei diritti delle partite. Per ogni giornata della Serie A 2018/2019 DAZN ha comprato i diritti per trasmettere tre partite (114 in tutto), visibili esclusivamente con una connessione internet. Il fatto di trasmettere le partite solo via internet ha suscitato da subito molte critiche sui social network. La prima partita trasmessa da DAZN è stato il posticipo di ieri sera tra Lazio e Napoli e fin da subito il servizio non è sembrato pronto, con ritardi nella connessione, interruzioni improvvise e una qualità dello streaming non all’altezza.

Qualcuno ha lamentato anche di non aver ricevuto l’email per confermare l’attivazione del servizio una volta fatta l’iscrizione. Il direttore di DAZN, Marco Foroni, contattato dal Corriere della Sera ha detto che «i nostri tecnici non ci hanno segnalato particolari problemi, per noi gli accessi sono stati regolari e fluidi. Come prevedibile, abbiamo riscontrato un incremento delle registrazioni e degli accessi nelle ore e nei minuti precedenti al calcio d’inizio di Lazio-Napoli». Sui social network ci sono state lamentele di vario tipo, dalla scarsa qualità delle immagini alle interruzioni del servizio.

DAZN è un servizio online di Perform Group (quelli di Opta, società di analisi dati sul calcio attiva anche in Italia) e sottoscrivere un abbonamento costa 9,99 euro al mese (con un mese di prova gratuito): oltre ad alcune partite di Serie A e tutte quelle di Serie B, l’abbonamento a DAZN comprende Liga spagnola, Ligue 1 e Ligue 2 francesi, FA Cup e Coppa di lega inglese, Coppa Libertadores e Coppa Sudamericana. Nell’offerta sono inclusi anche partite della Major League Baseball, rally, incontri di boxe, rugby, hockey NHL e UFC.

Come abbonarsi a DAZN

La prima possibilità è andare sul sito, registrarsi, sfruttare il mese di prova gratuito ed eventualmente abbonarsi per i mesi successivi. DAZN ha però fatto accordi anche con Sky, Mediaset Premium e TIM.

  • Gli abbonati Sky potranno acquistare (sul sito di Sky, sull’app Fai Da Te, nei punti vendita Sky e tramite il servizio clienti) degli abbonamenti scontati, con prezzi più vantaggiosi per chi fa abbonamenti più lunghi di un mese. Per gli abbonati Sky un mese di abbonamento a DAZN costerà 7,99 euro anziché 9,99; il pacchetto da 9 mesi costerà invece 59,99 euro anziché 89,91.
  • Le partite di DAZN saranno visibili anche agli abbonati a Mediaset Premium, tramite TV, smartphone, tablet e pc.
  • TIM ha fatto un accordo per offrire ad alcuni suoi clienti, tramite TIM Party, due mesi gratuiti di DAZN.

Come funziona DAZN

L’abbonamento si attiva subito dopo la registrazione. C’è la possibilità di scegliere l’italiano come lingua dell’interfaccia. Una schermata mostra gli eventi principali in corso e in arrivo; un’altra permette di vedere tutti gli eventi del giorno in corso e dei giorni successivi, anche filtrandoli in base al tipo di sport a cui si è interessati. Le partite avranno telecronaca in italiano e sarà anche possibile vederle in differita (e ci sarà anche l’opzione per vederne solo gli eventi salienti, in pochi minuti).

Su DAZN ci sono anche programmi di presentazione e commento delle partite. La conduttrice principale è Diletta Leotta e tra gli opinionisti ci sono Andriy Shevchenko, Luis Figo, Francesco Guidolin e Roberto Cravero. I telecronisti saranno
Pierluigi Pardo, Massimo Callegari, Stefano Borghi, Ricky Buscaglia, Edoardo Testoni e Riccardo Mancini. Il direttore editoriale di DAZN Italia è il giornalista sportivo Marco Foroni.

Il calcio in streaming