Google ha chiarito che registra la cronologia delle posizioni degli utenti anche quando deselezionano l’opzione

Google ha chiarito meglio come e perché traccia la cronologia delle posizioni degli utenti, anche quando gli utenti hanno deselezionato la principale opzione che acconsente a fornire quei dati. Se ne era parlato negli ultimi giorni dopo un’inchiesta di Associated Press. Google continua a raccogliere allo stesso modo informazioni sulle posizioni degli utenti che usano app come come Google Maps; ora ha però cambiato la formulazione usata sul suo sito, e spiega che «alcune posizioni potrebbero essere salvate» anche se l’utente decide di non condividere le sue posizioni, per essere usate da alcuni servizi di Google.

(Paula Bronstein/ Getty Images)