• Mondo
  • domenica 29 luglio 2018

L’artista italiano Jorit Agoch è stato arrestato in Palestina mentre stava disegnando un murale su Ahmed Tamimi

Sabato 28 luglio l’artista italiano Jorit Agoch è stato arrestato a Betlemme, in Palestina, mentre stava disegnando un murale che raffigura la giovane attivista Ahed Tamimi sul muro di separazione fra la Cisgiordania e i territori occupati da Israele. È stato lo stesso Agoch a farlo sapere tramite la sua pagina Facebook. Non è chiaro se si trovi ancora in stato di fermo. Secondo il Corriere della Sera, Agoch stava lavorando al murale da circa una settimana. Repubblica ha pubblicato un video che sembra mostrare il momento dell’arresto.

We are in arrest in betlemme from israeli army Who can help us please do it

Gepostet von Jorit am Samstag, 28. Juli 2018

Agoch è un artista napoletano di origini olandesi, noto soprattutto per alcuni lavori che ha eseguito a Napoli. Secondo le prime informazioni è stato arrestato dalle autorità israeliane insieme a un altro italiano e a un palestinese.

Il muro che separa Betlemme dalla periferia di Gerusalemme occupata dagli israeliani è pieno di murales: alcuni sono stati realizzati da Banksy, che circa un anno fa ha anche aperto un albergo a ridosso del muro. Parlando con il sito di news palestinese Ma’an, un portavoce dell’esercito israeliano ha confermato l’arresto spiegando che disegnare sul muro di separazione è illegale.

La divisione di Gerusalemme, spiegata

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.