• Mondo
  • lunedì 23 Luglio 2018

Pablo Casado è il nuovo leader del Partito Popolare spagnolo

Il Partito Popolare spagnolo, conservatore e oggi all’opposizione, ha eletto come suo nuovo leader Pablo Casado, 37 anni e originario di Palencia, città della comunità autonoma della Castiglia e León. Casado, considerato molto di destra, ha prevalso contro Soraya Sáenz de Santamaría e prenderà il posto alla guida del partito di Mariano Rajoy, ex primo ministro costretto alle dimissioni a causa dell’approvazione di una mozione di sfiducia promossa lo scorso giugno dal Partito Socialista. Tra le altre cose, Casado si è espresso in maniera molto dura contro alcune politiche adottate dal nuovo governo socialista, guidato dal primo ministro Pedro Sánchez: si è detto contrario al dialogo con gli indipendentisti catalani, alla legalizzazione dell’eutanasia e alla riesumazione del corpo del dittatore spagnolo Francisco Franco, e ha proposto di introdurre una legge più restrittiva sull’aborto.

Pablo Casado, secondo da sinistra, sua moglie Isabel Torres Orts, la prima a sinistra, Mariano Rajoy e Soraya Sáenz de Santamaría (PIERRE-PHILIPPE MARCOU/AFP/Getty Images)