Fiat Chrysler Automobiles ha chiuso in calo dell’1,5% alla borsa di Milano

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha chiuso in calo dell’1,5% alla borsa di Milano, nella prima giornata di mercati aperti dopo le notizie della sostituzione di Sergio Marchionne come amministratore delegato del gruppo, per via delle sue gravi condizioni di salute («irreversibili», secondo i giornali). Exor, la holding di proprietà della famiglia Agnelli, ha perso il 3,2%. Ferrari e CNH Industrial (la società che produce macchine agricole), entrambe parte del gruppo Exor, hanno chiuso perdendo rispettivamente l’1,7% e il 4,9%. Complessivamente il gruppo FCA ha perso 2,3 miliardi di euro di capitalizzazione. A influire sull’andamento negativo ci sono state anche le dimissioni di Alfredo Altavilla, responsabile della divisione europea di FCA.

(MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.