• Italia
  • mercoledì 20 giugno 2018

Tutte le tracce dei temi della maturità

Che è iniziata oggi per mezzo milione di studenti con la prima prova, quella di italiano

(LaPresse - Stefano Porta)

Oggi è iniziata la maturità, l’esame di Stato per la fine delle scuole superiori, con la prima prova scritta, quella di italiano. Gli studenti ammessi, circa mezzo milione, hanno dovuto scegliere tra quattro tipologie di tracce, uguali per tutte le scuole d’Italia: nell’analisi del testo è uscito un brano da Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani. Le altre tracce invece sono state queste:

• Saggio breve
– Ambito artistico-letterario
La solitudine, con quadri di Edward Hopper, Giovanni Fattori e Edward Munch, e testi di Francesco Petrarca, Emily Dickinson, Alda Merini e Salvatore Quasimodo.

– Ambito socio-economico
La creatività come dote d’immaginare e come risultato di talento e caso, con due articoli tratti dalla Lettura del Corriere della Sera.

– Ambito storico-politico
Massa e propaganda, con un brano tratto dal saggio Nemico e propaganda dello storico Andrea Baravelli e dal librone La politica di Raffaella Sau.

– Ambito tecnico-scientifico
Bioetica e clonazione, con un articolo di Focus, un estratto del libro La bioetica in laboratorio del filosofo Demetrio Neri, e un paragrafo della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.

• Tema di argomento storico
La cooperazione internazionale, con citazioni di discorsi di Aldo Moro e Alcide De Gasperi.

• Tema di ordine generale
L’articolo 3 della Costituzione, che parla della uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione italiana

Per la prima prova della maturità, iniziata questa mattina alle 8.30, gli studenti hanno avuto a disposizione al massimo sei ore. La seconda prova si terrà domani, 21 giugno: al liceo classico la materia d’esame sarà il greco, allo scientifico matematica. Per molti studenti la terza prova sarà il 25 giugno.

Queste sono le tracce della prima prova

13:50 20 Giu 2018

Il sito del ministero dell’Istruzione ha pubblicato il PDF con tutte le tracce della prima prova dell’esame di maturità.

13:13 20 Giu 2018

L’anno scorso il ministero pubblicò tutte le tracce integrali intorno a mezzogiorno: quest’anno ancora niente.

12:57 20 Giu 2018

Qualcuno aiuti kkingyifan.

12:47 20 Giu 2018

12:42 20 Giu 2018

Non è la prima volta che i giornali sportivi si interessano all’esame di maturità dei giovani talenti, fa notare qualcuno.

12:38 20 Giu 2018

Il giornalista che da decenni segue il Milan per Mediaset, Carlo Pellegatti, da stamattina si trova al liceo di Castellanza (Varese) dove Gianluigi Donnarumma sta sostenendo la prima prova.

12:34 20 Giu 2018

L’anno scorso l’analisi del testo su un brano di Giorgio Caproni era stata scelta dal 12 per cento degli studenti, una percentuale piuttosto alta per gli ultimi tempi (qualche anno fa l’analisi di un testo di Umberto Eco aveva raccolto appena il 6 per cento). 

12:30 20 Giu 2018

Primi commenti dei maturandi. 

12:23 20 Giu 2018

12:21 20 Giu 2018

Ruth Dureghello, la presidente della comunità ebraica di Roma, ha commentato la scelta del brano per l’analisi del testo: «Attraverso le pagine del Giardino dei Finzi Contini di Giorgio Bassani i ragazzi potranno riflettere, a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali, sulla drammaticità di quei provvedimenti antisemiti e sulla necessità oggi di combattere ogni forma di discriminazione».

12:18 20 Giu 2018

Per chi se lo stesse chiedendo: le tracce sono state scelte ad aprile, quando al ministero dell’Istruzione c’era ancora Valeria Fedeli. E quindi no, nessuno si è ispirato alle polemiche di questi giorni nella scelta delle tracce. 

12:04 20 Giu 2018

Le tracce intgrali del saggio breve di ambito storico-politico e del tema storico e generale non sono trapelate: per leggerle bisognerà aspettare che le pubblichi il ministero.

11:19 20 Giu 2018

Fra dieci minuti gli studenti potranno iniziare a consegnare i temi svolti.

11:13 20 Giu 2018

Lo hanno trovato gli studenti nel tema di ambito generale: noi l’abbiamo spiegato qui

11:02 20 Giu 2018

Presentando l’esame di quest’anno, il MIUR ha diffuso la percentuale degli studenti promossi alla maturità del 2017: il 99,5 per cento. 

10:58 20 Giu 2018

10:47 20 Giu 2018

Se come noi vi state chiedendo se all’esame è possibile portarsi dietro qualcosa da bere e da mangiare, la risposta è sì. Anzi, è molto importante perché per la tutta durata dell’esame non è permesso alzarsi dal banco se non per andare in bagno.

10:38 20 Giu 2018

Nel frattempo sono già iniziati i pronostici per l’autore del 2019, dopo due anni di Caproni e Bassani. 

10:31 20 Giu 2018

Titolo: Il dibattito bioetico sulla clonazione

La prima fonte è la definizione di bioetica data dall’Enciclopedia Treccani. Di seguito troviamo un articolo di Focus sulla clonazione di due macachi in Cina, un estratto del libro La bioetica in laboratorio pubblicato nel 2001 dal filosofo Demetrio Neri, e un paragrafo della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (PDF).

Articolo 3



Diritto all’integrità della persona
1. Ogni individuo ha diritto alla propria integrità fisica e psichica.
2. Nell’ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati:
il consenso libero e informato della persona interessata, secondo le modalità definite dalla legge,
il divieto delle pratiche eugenetiche, in particolare di quelle aventi come scopo la selezione delle
persone,
il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti in quanto tali una fonte di lucro,
il divieto della clonazione riproduttiva degli esseri umani

10:25 20 Giu 2018

Fra un’ora saranno le 11.30, e si potrà iniziare a consegnare il tema. 

10:25 20 Giu 2018

Titolo: La creatività è la straordinaria dote – squisitamente umana – di immaginare: risultato di una formula complessa, frutto del talento e del caso

Fra i testi da cui prendere spunto ci sono articoli di giornale e pezzi di saggi. Il primo è “Il neolavoro. La creatività è il vero capitale”, un articolo scritto per l’inserto La Lettura del Corriere della Sera dall’economista Enrico Moretti (non disponibile online). 

Il secondo testo arriva da un altro articolo apparso sulla Lettura e scritto da Carlo Bordoni: La noia creatrice.

Se si vuole essere creativi, bisogna recuperare una certa dose di noia creatrice che era propria dell’otium . È solo quando vi sono le condizioni e il tempo di riflettere, recuperando il taedium vitae — che per Seneca era l’opportunità di «frequentare se stessi» (secum morari — che possono rivelarsi intuizioni preziose, soluzioni impreviste. Così il cervello ha l’opportunità di «creare». Verbo affascinante, che apre spiragli straordinari, connessi alla capacità umana di immaginare; verbo tanto inquietante da essere censurato in certe comunità, poiché di pertinenza esclusiva del divino. Eppure squisitamente umano: saper creare è una qualità che appartiene a tutti e può rivelarsi in relazione alle capacità individuali e all’occasionalità.

10:04 20 Giu 2018

Titolo: I diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura

Fra le fonti disponibili, gli studenti hanno trovato tre quadri di Edward Hopper (“Automat”), Giovanni Fattori (“Tramonto sul mare”) e di Edward Munch, “Sera sul viale Karl Johan”.

Il primo testo scritto è tratto dal De vita solitaria, un trattato in latino di Francesco Petrarca. Il secondo arriva invece da Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

La solitudine non è mai con voi; è sempre senza di voi, e soltanto possibile con un estraneo attorno: luogo o persona che sia, che del tutto vi ignorino, che del tutto voi ignoriate, così che la vostra volontà e il vostro sentimento restino sospesi e smarriti in un’incertezza angosciosa e, cessando ogni affermazione di voi, cessi l’intimità stessa della vostra coscienza. La vera solitudine è in un luogo che vive per sé e che per voi non ha traccia né voce, e dove dunque l’estraneo siete voi.

Poi ci sono la celebre poesia Ed è subito sera di Salvatore Quasimodo, Ha una sua solitudine lo spazio di Emily Dickinson e questo aforisma di Alda Merini.

S’anche ti lascerò per breve tempo,
solitudine mia, se mi trascina
l’amore, tornerò, stanne pur certa,
i sentimenti cedono, tu resti.

09:52 20 Giu 2018
Chi era Giorgio Bassani

Bassani nacque nel 1916 a Bologna, ma trascorse la propria infanzia, adolescenza e gioventù a Ferrara, in una famiglia ebraica. Dopo aver frequentato il liceo a Ferrara studiò lettere all’università di Bologna, dove si laureò nel 1939. Nel 1940 pubblicò la sua prima raccolta di racconti, Una città di pianura, con lo pseudonimo di Giovanni Marchi. Durante la Seconda guerra mondiale fu antifascista, e venne per questo incarcerato per qualche mese, prima di trasferirsi a Roma nel 1943, dove visse per il resto della sua vita.

Nei suoi romanzi, Bassani si dedicò estesamente al racconto della vita ferrarese durante il fascismo e le persecuzioni razziali.


(continua a leggere)

09:48 20 Giu 2018

• Analisi del testo
Giorgio Bassani, “Il giardino dei Finzi-Contini

• Saggio breve
Ambito artistico-letterario
La solitudine, con un testo di Alda Merini

Ambito socio-economico
La creatività come dote d’immaginare, e come risultato di talento e caso

Ambito storico-politico
Massa e propaganda, con un brano tratto dal saggio Nemico e propaganda dello storico Andrea Baravelli

Ambito tecnico-scientifico
Bioetica e clonazione

• Tema di argomento storico
La cooperazione internazionale con riferimenti ad Aldo Moro e Alcide De Gasperi

• Tema di ordine generale
L’articolo 3 della Costituzione, che parla della uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione italiana

09:33 20 Giu 2018

Nel brano tratto da Il giardino dei Finzi-Contini, il protagonista racconta di quando da ragazzo fu cacciato dalla biblioteca pubblica perché ebreo. Inizia così:

Una sera non mi riuscì di trattenermi. Certo, gridai, rivolto a Malnate: il suo atteggiamento dilettantesco, in fondo da turista, gli dava modo di assumere nei riguardi di Ferrara un tono di longanimità e di indulgenza che gli invidiavo. Ma come lo vedeva, lui che parlava tanto di tesori di rettitudine, bontà, eccetera, una caso successo a me, proprio a me, appena poche mattine avanti?

09:18 20 Giu 2018

La traccia sulla solitudine dovrebbe invece contenere questo aforisma attribuito ad Alda Merini:

S’anche ti lascerò per breve tempo,
solitudine mia, se mi trascina
l’amore, tornerò, stanne pur certa,
i sentimenti cedono, tu resti.

09:03 20 Giu 2018

08:57 20 Giu 2018
I titoli delle tracce 

ScuolaZoo ha compilato un elenco dei temi delle tracce d’esame, di cui però sappiamo ancora pochino:

Analisi del testo: Il giardino dei Finzi-Contini

Saggio breve artistico-letterario:
La Solitudine nell’arte e nella letteratura (poesia Alda Merini)

Saggio breve socio-economico:
La creatività

Saggio breve storico-politico:
Masse e propaganda

Saggio breve tecnico-scientifico:
dibattito bioetico sulla clonazione

Tema Storico:
De Gasperi ed Aldo Moro

Tema di attualità:
il principio dell’uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione

08:50 20 Giu 2018

Per il saggio breve di ambito scientifico, sembra che la traccia richieda di discutere la clonazione.

08:48 20 Giu 2018

Il testo di Bassani dovrebbe essere tratto proprio da Il giardino dei Finzi-Contini.

08:47 20 Giu 2018

Arrivano notizie anche sulle altre tracce: per il saggio breve di ambito letterario è uscito il tema della solitudine, introdotto da una poesia di Alda Merini. 

08:44 20 Giu 2018

Come sempre in questi casi, stanno montando le prime polemiche: raramente Bassani compare nei programmi di letteratura italiana del quinto anno. 

08:42 20 Giu 2018

Bassani è nato a Roma nel 1916 ed è morto nel 2000. La sua opera più famosa è il romanzo Il giardino dei Finzi-Contini, che racconta la vita della comunità ebraica di Ferrara dal primo Dopoguerra fino agli anni Cinquanta.

08:38 20 Giu 2018

Sembra che l’autore uscito nella prova di analisi del testo sia lo scrittore Giorgio Bassani. 

08:36 20 Giu 2018

Di solito, le tracce si dividono in queste categorie:

Tipologia A – Analisi del testo

Tipologia B – Saggio breve

– Ambito artistico letterario
– Ambito socio-economico
– Ambito storico-politico
– Ambito tecnico-scientifico

Tipologia C – Tema di carattere storico

Tipologia D – Tema di ordine generale

08:32 20 Giu 2018

Ed eccola, la password. 

08:30 20 Giu 2018

Ci siamo, sono le 8.30: il ministero dovrebbe aver reso disponibile la password per aprire il cosiddetto “plico telematico”, cioè la busta elettronica che contiene le tracce d’esame. Una volta aperti i plichi con la chiave del ministero, le scuole stamperanno le tracce della prova, che verranno poi consegnate agli studenti.

08:28 20 Giu 2018

Un altro anniversario che potrebbe tornare utile, soprattutto per il saggio breve: quest’anno cadono gli ottant’anni dal manifesto “Il fascismo e la razza” e dalle conseguenti leggi italiane approvate nel 1938. 

08:22 20 Giu 2018

Ripassino grammaticale dell’ultimo minuto.

08:21 20 Giu 2018

Qualche altra data, in attesa che inizi l’esame. La seconda prova scritta si terrà domani, 21 giugno: al liceo classico è uscito greco, allo scientifico invece ci sarà matematica (qui trovate tutte le altre materie). La terza prova è prevista per il 25 giugno, a meno che la vostra scuola debba funzionare da seggio elettorale per il ballottaggio delle amministrative: se non ne siete sicuri, controllate qui

08:15 20 Giu 2018

Il nuovo ministro dell’Istruzione non ha ancora un account Twitter, e ad augurare buona fortuna agli studenti da laggiù ci ha pensato la ministra uscente. 

08:12 20 Giu 2018

Ve lo sarete chiesti almeno una volta in questi anni. Da qualche tempo il ministero usa “buste” criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura è necessaria una password alfanumerica che verrà resa nota, come di consueto, alle 8.30 della mattina della prima prova. Cioè fra 18 minuti.

08:11 20 Giu 2018

Il testo della traccia di analisi del testo può essere di poesia o di prosa, e capita che non sia di un autore normalmente trattato nei programmi scolastici. Può uscire Quasimodo, per intenderci, ma anche un autore contemporaneo o meno conosciuto. Manco a dirlo, è una prova più facile da svolgere se si conosce l’autore e se ci si è preparati in precedenza, ma non è essenziale: l’importante sarà avere analizzato e capito il testo che si ha di fronte.

08:06 20 Giu 2018
Di quali autori si parla per l'analisi del testo? 

Si parla molto di Gabriele D’Annunzio, morto 80 anni fa. Ma se queste ricorrenze nella maggior parte dei casi non incidono sugli autori scelti dal ministero, se ne può scartare qualcuno presumendo che non capitino quelli usciti negli anni scorsi. Andare troppo indietro, però, può essere rischioso: qualche anno fa capitava che lo stesso autore tornasse a distanza di poco tempo. Anche di due soli anni, come successe con Dante nel 2005 e nel 2007. 

Qui trovate un elenco degli autori usciti nell’analisi del testo negli ultimi vent’anni. L’anno scorso, ad esempio, uscì Giorgio Caproni. 

08:03 20 Giu 2018

A meno di modifiche da parte del nuovo governo, sarà anche l’ultimo anno della maturità in questo formato: dal 2019 non ci sarà più la terza prova – sostituita da una prova Invalsi da svolgere durante l’anno – e la tesina sarà sostituita da una relazione sull’alternanza scuola-lavoro. 

08:01 20 Giu 2018

Quest’anno sostengono la maturità le ragazze e i ragazzi nati del 1999 (se in corso con gli studi). L’anno prossimo sarà il turno dei 2000.

07:55 20 Giu 2018

Quella di quest’anno sarà la prima maturità per Marco Bussetti, entrato in carica come ministro dell’Istruzione solo da qualche settimana. Bussetti è un ex professore di educazione fisica e prima di diventare ministro era a capo dell’ufficio scolastico territoriale del ministero a Milano. Qui avevamo raccolto alcune sue opinioni sull’alternanza scuola-lavoro, l’abbigliamento degli studenti e la riforma Buona Scuola del governo Renzi.

07:51 20 Giu 2018

Qualche giorno fa il MIUR (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) ha diffuso i consueti consigli su cosa si può portare nell’aula dell’esame. In sintesi: nessun dispositivo che possa connettersi a Internet.

07:50 20 Giu 2018

Per chi non si ricorda esattamente come funzionano le cose: l’esame inizia alle 8.30 e dura un massimo di sei ore. Le tracce dei temi da svolgere sono uguali in tutto il paese. Non si potrà consegnare prima di tre ore. Significa che i più bravi – o sicuri di sé – usciranno verso le 11.30-12.

07:48 20 Giu 2018

Stamattina inizia l’esame per mezzo milione di studenti. Le commissioni d’esame saranno 12.865, che esamineranno 25.606 classi in tutta Italia.

07:46 20 Giu 2018

Buongiorno e in bocca al lupo a tutti: studenti, genitori e tifosi vari. 

Mostra commenti ( )