Chi sono i sottosegretari e i viceministri del nuovo governo

Sono 45, di cui solo 6 donne, e sono stati nominati ieri sera dal Consiglio dei ministri: oggi giureranno davanti al presidente della Repubblica

Nella serata di martedì il Consiglio dei ministri si è riunito per nominare i 39 sottosegretari di stato e i 6 viceministri del nuovo governo presieduto da Giuseppe Conte. Sottosegretari e viceministri sono le persone che lavorano più a stretto contatto con i ministri, solitamente occupandosi di questioni specifiche su cui hanno una maggiore preparazione. La più grande differenza tra i due incarichi è che ai viceministri è permesso partecipare al Consiglio dei ministri, su invito del presidente del Consiglio.

Tra le 45 persone incaricate, soltanto 6 sono donne (tra i ministri invece ci sono 5 donne su 18). Una delle nomine di cui sta parlando di più è quella di Carlo Sibilia, un importante dirigente del M5S noto anche per il suo sostegno a diverse teorie complottiste (tra le altre cose, nega che l’uomo sia andato sulla Luna): è il nuovo sottosegretario all’Interno. Tra gli altri nominati ci sono Armando Siri, consigliere economico della Lega, l’ex capogruppo del M5S Vito Crimi e Vincenzo Spadafora, stretto collaboratore di Luigi Di Maio. Alle 15 di mercoledì i nuovi sottosegretari e viceministri giureranno davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Dentro a ogni foto, trovate una breve biografia delle persone nominate:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.