La Nazionale di calcio femminile si è qualificata ai Mondiali

Con la vittoria contro il Portogallo, l'Italia ha ottenuto una qualificazione che mancava da vent'anni

La Nazionale di calcio femminile ha ottenuto la qualificazione ai Mondiali del 2019 dopo aver battuto 3-0 il Portogallo nella penultima partita delle qualificazioni europee. Nella storia del calcio femminile italiano, la Nazionale ha partecipato a sole due edizioni dei Mondiali, l’ultima delle quali nel 1999. La vittoria ottenuta stasera ha quindi riportato l’Italia nel più importante torneo internazionale dopo vent’anni di assenza, peraltro da prima classificata del suo girone dopo sette partite vinte su sette giocate. È un risultato fondamentale per la crescita del movimento calcistico femminile italiano, in ritardo rispetto ad altri paesi europei ma che da qualche mese sta crescendo molto e sta ricevendo sempre più attenzioni.

All’Artemio Franchi di Firenze, davanti a circa 6.500 spettatori, fra cui il commissario della FIGC Roberto Fabbricini e il sub commissario Alessandro Costacurta, l’Italia è andata in vantaggio dopo appena quattro minuti di gioco con un gol di testa segnato da Cristiana Girelli, esterna d’attacco del Brescia. Meno di dieci minuti dopo l’Italia ha raddoppiato con Cecilia Salvai, difensora della Juventus. In vantaggio di due gol, nel resto del primo tempo l’Italia ha controllato il gioco senza concedere nulla al Portogallo, già certo di non poter raggiungere la qualificazione. La Nazionale ha gestito la partita anche nel secondo tempo, e a venti minuti dalla fine ha colpito una traversa con Barbara Bonansea, attaccante della Juventus. Nei minuti finali della partita, Bonansea ha infine segnato il gol del definitivo 3-0.

(Gabriele Maltinti/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.