• Sport
  • giovedì 7 Giugno 2018

Com’è finita gara-3 delle finali NBA tra Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers

I Golden State Warriors hanno vinto gara-3 delle finali dei playoff NBA contro i Cleveland Cavaliers, portando la serie sul 3-0: se dovessero vincere anche la prossima partita, che si giocherà nella notte italiana tra venerdì e sabato, diventerebbero campioni NBA per la seconda volta consecutiva, e per la terza negli ultimi quattro anni. Questa notte Golden State ha vinto 110-102 in casa di Cleveland, con una partita incredibile di Kevin Durant. Durant ha segnato 43 punti tirando con percentuali ottime: 15/23 dal campo e 6/9 da tre punti; ha inoltre preso 13 rimbalzi e dato 7 assist.

Tutti gli altri giocatori più forti dei Warriors hanno invece faticato parecchio: Steph Curry, dopo avere giocato una bellissima gara-2, ha segnato solo 11 punti tirando 3/16 dal campo (1/10 da tre), mentre Klay Thompson ha segnato 10 punti con 4/11 dal campo. Per i Cleveland Cavaliers il migliore è stato di nuovo LeBron James, che ha segnato 33 punti tra cui un alley oop fatto a se stesso nel primo quarto della partita (James ha lanciato la palla contro il tabellone e l’ha ripresa al volo, schiacciando). Per i Cavaliers hanno fatto una buona partita anche Kevin Love (20 punti e 13 rimbalzi) e Rodney Hood (15 punti in 26 minuti), finora utilizzato pochissimo dall’allenatore di Cleveland, Tyroon Lue.

Kevin Durant e Rodney Hood (Gregory Shamus/Getty Images)