Cosa ha detto davvero il commissario Oettinger sugli elettori italiani

Il virgolettato che sta girando sui giornali italiani era la libera – liberissima – sintesi di un giornalista

In un’intervista rilasciata al’emittente televisiva tedesca Deutsche Welle, il commissario europeo per il bilancio Günther Oettinger ha parlato anche della crisi istituzionale e politica degli ultimi giorni in Italia. Oettinger si è detto fiducioso del nuovo governo italiano – quello guidato da Carlo Cottarelli, che deve ancora giurare – e del fatto che alle prossime elezioni politiche non si assisterà a un’ulteriore crescita dei partiti populisti e contrari all’euro. L’intervista completa andrà in onda solo stasera alle 21, ma il giornalista che ha intervistato Oettinger – Bernd Thomas Riegert – ha diffuso delle anticipazioni, parafrasando il contenuto di alcune dichiarazioni di Oettinger e generando grande clamore e reazioni molto critiche nella stampa e nella politica italiane.

In un primo tweet sull’intervista, Riegert ha citato una frase tra virgolette attribuendola a Oettinger: «I mercati insegneranno agli italiani a votare nel modo giusto». Quel tweet è stato poi cancellato e Riegert ne ha pubblicati altri due (uno in tedesco e uno in inglese) in cui ha parafrasato quello che gli aveva detto Oettinger e in cui non c’era più la frase incriminata, che nel frattempo era già stata ripresa da tutti i giornali italiani e commentata da politici come Matteo Salvini. Riegert ha confermato al Post che Oettinger non aveva pronunciato la prima frase che gli aveva attribuito, che era un virgolettato falso: una sua sintesi di quello che era stato detto nell’intervista.

I nuovi tweet di Riegert, che sono una nuova sintesi piuttosto libera delle parole di Oettinger – dicono: «Il commissario dell’Unione Europea Oettinger mi ha detto che i mercati e le previsioni finanziarie peggiorate insegneranno agli elettori italiani a non votare per partiti populisti alle prossime elezioni» e includono un virgolettato di Oettinger diverso dal primo: «Posso solo sperare che questo avrà un peso durante la prossima campagna elettorale». Anche questo virgolettato però è diverso da una terza versione delle parole di Oettinger che Riegert ha diffuso poco dopo su Twitter e che sembra essere invece una trascrizione accurata di quello che è stato detto nell’intervista, in tedesco:

«Quello che temo e che penso accadrà è che le prossime settimane finiscano per mostrare drastiche conseguenze nei mercati italiani, sui titoli e sull’economia, così vaste che dopotutto potrebbero spingere gli elettori a non votare per i populisti di destra e di sinistra. C’entra la possibile formazione del governo. Posso solo sperare che questo abbia un peso nella campagna elettorale e che mandi un segnale perché non venga data la responsabilità di governare ai populisti di destra e di sinistra»

Nel tardo pomeriggio Günther Oettinger si è scusato per quanto aveva detto nell’intervista: «Rispetto totalmente la volontà degli elettori di essere di sinistra, di destra o di centro in qualsiasi paese. Parlando degli attuali sviluppi nei mercati in relazione alla situazione italiana, non volevo essere irrispettoso e mi scuso per questo. L’Italia come paese fondatore dell’Unione Europea gioca un importante ruolo nel processo di integrazione europea e spero che continui a farlo».

Mostra commenti ( )