Un'immagine della partita dei playoff tra Juve Stabia e Reggiana (LaPresse/Gerardo Cafaro)
  • Sport
  • martedì 22 Maggio 2018

Cosa succede in Serie C

Livorno, Padova e Lecce sono state promosse in Serie B, i playoff di questi giorni decideranno quale sarà l'ultima squadra a raggiungerle

Un'immagine della partita dei playoff tra Juve Stabia e Reggiana (LaPresse/Gerardo Cafaro)

Nel campionato di Serie C, la terza serie del calcio italiano, si stanno disputando in questi giorni le partite dei playoff, cioè la fase a eliminazione diretta che mette in palio la quarta e ultima promozione in Serie B. Ai playoff di Serie C si sono qualificate 27 squadre provenienti dai tre gironi in cui è diviso il campionato di Serie C. Le prime classificate di ciascun girone hanno ottenuto la promozione diretta: sono il Livorno per il girone A, il Padova per il girone B e il Lecce per il girone C. Le squadre che invece hanno concluso il campionato dalla seconda alla decima posizione si sono qualificate ai playoff, una specie di mini-torneo, che mette in palio l’ultima possibilità di ottenere la promozione.

Con 27 squadre qualificate, i playoff di Serie C sono la fase a eliminazione diretta più numerosa del calcio professionistico italiano. Sia il primo turno – l’equivalente dei trentaduesimi di finale, giocato lo scorso 11 maggio – che il secondo si disputano con partite secche. Dagli ottavi di finale in poi, invece, si giocano partite di andata e di ritorno. Le partite di andata degli ottavi di finale si sono giocate domenica scorsa mentre i ritorni sono in programma mercoledì di questa settimana. Le partite degli ottavi di finale sono Viterbese-Pisa, che all’andata è finita 1-0, Feralpi Salò-Alessandria (2-3), Cosenza-Trapani (2-1), Juve Stabia-Reggiana (0-0) e Piacenza-Sambenedettese (2-1).

Le vincenti passeranno ai quarti di finale, dove le attendono Robur Siena, Südtirol e Catania: in qualità di seconde classificate dei loro gironi hanno ottenuto il diritto a partecipare dai quarti di finale, evitando i turni precedenti riservati alle squadre che hanno terminato il campionato alle loro spalle.

Le favorite per la promozione in Serie B sono Siena, Sudtirol e Catania, le tre squadre seconde classificate nei gironi. Nel corso del campionato hanno dimostrato di essere in qualche modo superiori alle altre squadre qualificate ai playoff: specialmente il Siena, che ha concluso il campionato con 6 punti in più della terza classificata del girone A. Inoltre, arrivano ai quarti di finale con una miglior condizione fisica e più riposate, dato che non hanno disputato altre partite dei playoff e hanno avuto più tempo per prepararsi. In passato, tuttavia, è già capitato che delle squadre abbiano raggiunto le semifinali partendo dai primi turni: l’anno scorso fu il Pordenone, che dal primo turno arrivò fino alle semifinali, dove fu eliminato dal Parma.

Contemporaneamente ai playoff si stanno giocando anche i playout per la retrocessione. Li stanno disputando la penultima e la terzultima di ciascuno dei tre gironi: Gavorrano-Cuneo per il girone A, Vicenza-Santarcangelo per il girone B e Paganese-Fondi per il girone C. C’è particolare interesse per le sorti del Vicenza, uno dei club italiani con il maggior numero di campionati di Serie A disputati, che è stato dichiarato fallito lo scorso gennaio e si trova tuttora sotto esercizio provvisorio. Di recente il proprietario di Diesel, Renzo Rosso, ha detto di aver fatto un’offerta d’acquisto per il club, che vorrebbe fondere con il Bassano, club di sua proprietà da 22 anni, e riportare al più presto in Serie B.