• Sport
  • sabato 19 maggio 2018

Cosa resta da decidere all’ultima giornata di Serie A

Chi si gioca la qualificazione alla Champions League, chi l'Europa League e chi rischia di retrocedere

Mauro Icardi e Adam Marusic nella partita di andata fra Inter e Lazio (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

La Serie A gioca fra oggi e domani la sua ultima giornata della stagione 2017/2018. Lo Scudetto è già stato vinto dalla Juventus la scorsa settimana, e conosciamo già anche tre delle quattro squadre qualificate ai gironi di Champions League: la Juventus appunto, e poi Napoli e Roma. Rimane da assegnare l’ultimo posto, dato che da quest’anno la Serie A ha di nuovo quattro posti garantiti nella fase a gironi del torneo. Il Milan è poi sicuro della qualificazione all’Europa League, ma resta da decidere chi ci andrà tra Atalanta e Fiorentina, e anche chi retrocederà in Serie B insieme a Benevento ed Hellas Verona.

La classifica della Serie A all’ultima giornata:

 1) Juventus – 92
 2) Napoli – 88
 3) Roma – 74
 4) Lazio – 72
——————————————
 5) Inter – 69
 6) Milan  – 61
 7) Atalanta – 60
——————————————
 8) Fiorentina – 57
 9) Sampdoria – 54
 10) Torino – 51
 11) Sassuolo – 43
 12) Genoa  – 41
 13) Bologna – 39
 14) Udinese – 37
 15) Chievo Verona – 37
 16) Cagliari – 36
 17) Spal – 35
——————————————
 18) Crotone – 35
 19) Hellas Verona – 25
 20) Benevento – 21

Partendo dalla Champions League, il quarto e ultimo posto disponibile se lo contendono Lazio e Inter nello scontro diretto di domenica alle 20.45 allo Stadio Olimpico di Roma. La Lazio è quarta in classifica con 72 punti mentre l’Inter è quinta con 69 punti. Per qualificarsi alla Champions League la Lazio ha disposizione due risultati su tre: la vittoria e il pareggio. L’Inter invece può solo vincere, dato che all’andata finì 0-0, e in caso di pari punti avrebbe il vantaggio della vittoria nel secondo scontro diretto.

Ciro Immobile tra Davide Santon e Milan Skriniar (Marco Rosi/Getty Images)

Per quanto riguarda l’ultimo posto in Europa League, se lo giocheranno a distanza Atalanta e Fiorentina. L’Atalanta è settima con 60 punti mentre la Fiorentina è subito dietro con 3 punti di distanza. Sia all’andata che al ritorno le due squadre hanno pareggiato 1-1 e la differenza reti vede l’Atalanta a +19 e la Fiorentina a +12. Questo vuol dire che per la Fiorentina le speranze di qualificarsi sono minime: non può fare altro che vincere con un ampio margine contro il Milan e sperare in una larga sconfitta dell’Atalanta a Cagliari.

Con Benevento ed Hellas Verona già retrocesse, Crotone, Spal, Cagliari, Chievo e Udinese cercheranno di evitare di finire al terzultimo posto e di scendere quindi in Serie B. A Chievo e Udinese basta un pareggio per la salvezza e proveranno ad ottenerlo rispettivamente contro Benevento e Bologna. Crotone, Spal e Cagliari, invece, che sono divise da un solo punto, dovranno cercare di ottenere il massimo nelle partite contro Napoli, Sampdoria e Atalanta. Il Crotone, attualmente terzultimo con 35 punti, è quella che rischia di più, dato che dovrà giocarsi la salvezza in trasferta contro il Napoli.

Mostra commenti ( )