(AP Photo/Susan Walsh)
  • Mondo
  • mercoledì 25 aprile 2018

Le foto della cena di stato di Trump per Macron

Era la prima cena di stato organizzata alla Casa Bianca dall'inizio della presidenza Trump, con i soliti brindisi e foto di rito

(AP Photo/Susan Walsh)

Ieri c’è stata la prima cena di stato organizzata alla Casa Bianca dall’inizio della presidenza Trump, in onore del presidente francese Emmanuel Macron e della moglie Brigitte, che sono in visita ufficiale negli Stati Uniti.
In campagna elettorale Trump aveva criticato l’usanza delle cene di stato, per via del loro costo, e a quella di ieri c’erano circa 150 invitati, un po’ meno della media delle cene organizzate durante la presidenza Obama: tra questi non c’erano deputati e senatori Democratici, un’altra scelta in controtendenza visto che era consuetudine invitare membri del Congresso del partito opposto a quello del presidente (qui trovate la lista completa degli invitati).

La cena è stata organizzata dalla first lady americana Melania Trump e dal suo staff e prevedeva tre portate, tra cui carré di agnello e jambalaya, un piatto tipico della Louisiana con carne, verdure e riso. Durante la cena Trump ha ringraziato i coniugi Macron per la loro visita, ma anche la moglie Melania “per aver reso questa una serata da amare e ricordare”. Nel suo discorso invece, Macron ha parlato dell’amicizia tra i due paesi, definendola “indistruttibile”, e ha accennato alla rapida ascesa politica di lui e Trump dicendo: «Da entrambe le parti dell’oceano, circa due anni fa, in pochissimi avrebbero scommesso sul fatto che oggi saremmo stati qui insieme”.

Due foto che mostrano la sala e come erano apparecchiati i tavoli per la cena di stato.

(Al Drago/Getty Images)

(Al Drago/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.