Rain © Seyed Mohammad Sadegh Hosseini. All rights reserved. (SmithsonianMag)

Le foto vincitrici del concorso dello Smithsonian

Scelte tra le oltre 48mila inviate da tutto il mondo: il primo premio è andato a una colazione in Vietnam con una luce bellissima

Rain © Seyed Mohammad Sadegh Hosseini. All rights reserved. (SmithsonianMag)

Il sito dello Smithsonian Magazine ha annunciato le foto vincitrici del concorso fotografico che organizza ogni anno dal 2004. La foto che ha vinto il Grand Prize, il premio più importante, è del fotografo vietnamita Thong Huu, si intitola Breakfast at the Weekly Market e mostra persone mentre fanno colazione in un mercato.

Sono state annunciate anche le fotografie vincitrici delle sette categorie in cui è diviso il concorso – Grand Prize, Natural World (Natura), People (Persone), The American Experience (Esperienza americana), Altered Images (Immagini ritoccate), Mobile (Immagini scattate da dispositivi mobili) e Travel (Viaggi) – e il vincitore della categoria Readers’ Choice, cioè l’immagine più bella secondo i lettori in base ai voti ricevuti sul sito del concorso. I vincitori sono stati scelti tra 48mila foto proposte da 155 paesi, dopo una prima selezione di 60 finalisti. Tutte le immagini vincitrici e finaliste si possono vedere qui. Da ieri sono anche aperte le iscrizioni per il concorso dell’anno prossimo.

Dal 1970 lo Smithsonian Magazine è il mensile ufficiale dello Smithsonian Institution, un istituto di istruzione e ricerca amministrato e finanziato dal governo degli Stati Uniti con sede a Washington DC, che gestisce 19 musei negli Stati Uniti e nel mondo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.