Fiori di ciliegio coperti dalla neve, il secondo giorno di primavera (AP Photo/Jacquelyn Martin)

Non le solite foto di primavera

Ci sono ciliegi in fiore, prati e uccellini di repertorio, ma stavolta sono sotto la neve

Fiori di ciliegio coperti dalla neve, il secondo giorno di primavera (AP Photo/Jacquelyn Martin)

La primavera è iniziata ufficialmente da due giorni e dalle agenzie fotografiche arrivano foto diverse da quelle a cui siamo abituati solitamente: ci sono i soliti ciliegi in fiore, ma questa volta sono sotto la neve, come i classici fiori nei prati o gli uccellini sugli alberi.
Dopo Parigi, nei giorni scorsi anche in altre parti d’Europa e della costa Est degli Stati Uniti, come a Washington, ci sono stati brutto tempo, freddo, neve e temperature che sembravano più invernali che primaverili. In altri posti, come Gaza e Tokyo, sembra invece che la primavera sia quella di sempre, se volete consolarvi: a seguire una raccolta di foto scattate in questi giorni per decidere in che parte del mondo vorreste essere.

Cos’è l’equinozio di primavera, e perché è stato il 20 marzo e non il 21

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.