Sergio Parisse, capitano dell'Italia, durante la partita del Sei Nazioni contro la Francia (CHRISTOPHE SIMON/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 11 Marzo 2018

Anche oggi per l’Italia di rugby sarà dura

Gioca contro il Galles nel Sei Nazioni: vincere è fuori discussione, ma una buona prestazione aumenterebbe le speranze in vista dell'ultima partita del torneo

Sergio Parisse, capitano dell'Italia, durante la partita del Sei Nazioni contro la Francia (CHRISTOPHE SIMON/AFP/Getty Images)

Le nazionali di rugby di Galles e Italia giocheranno oggi pomeriggio alle 16 l’ultima partita del quarto turno del Sei Nazioni 2018. Il torneo è stato vinto ieri dall’Irlanda con un turno di anticipo grazie alla sconfitta dell’Inghilterra a Parigi, ma i giochi non sono ancora chiusi. L’Irlanda punta al Grande Slam (cioè a vincerle tutte) e dietro di lei quattro Nazionali possono ancora ambire al secondo posto. Non l’Italia, che invece è già praticamente certa dell’ultima posizione e quindi anche del cucchiaio di legno (e del cappotto, se non vincerà una delle ultime due partite rimaste).

Arrivati alla penultima giornata del Sei Nazioni, il bilancio del torneo dell’Italia dice tre sconfitte in tre partite, tutte abbastanza pesanti: 46-15 contro l’Inghilterra, 56-19 contro l’Irlanda e 34-17 contro la Francia. Quest’ultima è stata la partita in cui la Nazionale se l’è giocata di più, disputando un buon primo tempo ma crollando poi nella ripresa. Oggi contro il Galles l’eventualità di una vittoria può essere esclusa: pur schierando molte riserve, i gallesi hanno comunque una squadra troppo forte per l’Italia. E poi si giocherà al Millennium Stadium di Cardiff — che il capitano italiano Sergio Parisse ha definito il miglior stadio al mondo in cui giocare a rugby — dove l’Italia non ha mai vinto.

E allora che senso ha seguire la partita? Non si può negare che vedere le partite dell’Italia al Sei Nazioni sia diventata una prova anche per gli sportivi più convinti. In ogni partita si parte sfavoriti e ci si attende una sconfitta: contro la Francia, due settimane fa, è arrivata la quindicesima consecutiva, record assoluto nella storia del torneo. Per sperare in una vittoria, bisognerà aspettare l’ultima partita del torneo contro la Scozia, che sarà comunque difficile.

La Nazionale è quindi ai minimi storici e lavora principalmente per il futuro, per cui tuttavia ci sono alcuni buoni segnali. I due club italiani più importanti, Benetton e Zebre, stanno disputando le loro migliori stagioni di sempre nel campionato transnazionale Pro14 e soprattutto la Benetton sta dimostrando che con investimenti e un progetto ben pianificato si può arrivare a competere con le migliori squadre europee. Ci sono poi alcuni entusiasmanti risultati che vengono dalle Nazionali giovanili: venerdì per esempio la Nazionale Under-20 ha sconfitto il Galles 18-7 in trasferta, tornando alla vittoria dopo quattro anni dall’ultima volta al termine di una prestazione di alto livello.

Contro il Galles, quindi, l’Italia dovrà riuscire almeno a disputare una partita “pulita”, con il minor numero possibile di errori e lottando su ogni pallone, fino alla fine. Sarà poi l’occasione per seguire la crescita di alcuni giovani con molto potenziale, come l’estremo Matteo Minozzi, la seconda linea Sebastian Negri (uno dei migliori fin qui) e l’ala Mattia Bellini. A partita in corso potrebbe poi entrare il siciliano Giovanni Licata, terza linea di 21 anni rientrato da poco per un problema fisico ma da cui ci si aspetta molto in futuro. Questa, inoltre, potrebbe essere l’ultima partita di Sergio Parisse con la maglia dell’Italia al Millennium Stadium di Cardiff.

Le formazioni di Galles-Italia:

Galles  15 Liam Williams, 14 George North, 13 Owen Watkin, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Gareth Anscombe, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau (capitano), 7 James Davies, 6 Justin Tipuric, 5 Bradley Davies, 4 Cory Hill, 3 Tomas Francis, 2 Elliot Dee, 1 Nicky Smith

Italia  15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Tommaso Allan, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse (capitano), 7 Maxime Mbanda, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti

Dove vedere Galles-Italia del Sei Nazioni 2018:

Tutte le partite del torneo verranno trasmesse in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre, con il commento di Antonio Raimondi e Vittorio Munari. Gli incontri saranno preceduti dalla trasmissione Rugby Social Club condotta da Daniele Piervincenzi e potranno essere visti anche in streaming da pc, tablet e smartphone sul sito Dplay, raggiungibile da qui.