• Moda
  • martedì 6 marzo 2018

La sfilata di Chanel in un bosco, a Parigi

Lo stilista Karl Lagerfeld ha presentato la prossima collezione tra querce e foglie gialle, con Kaia Gerber in passerella e Carla Bruni in prima fila

La cantante e attrice Lily Allen e Carla Bruni Sarkozy alla sfilata di Chanel a Parigi, 6 marzo 2018 (Vianney le Caer/Invision/AP)

Chanel ha presentato la sua collezione per l’autunno/inverno 2018/2019 nel Grand Palais di Parigi, come da tradizione, allestito come fosse un bosco: grandi cartonati con foto di tronchi d’albero ai lati, una fila di vecchie querce al centro e foglie gialle mescolate a muschio a terra, a profumare l’aria con sei mesi d’anticipo. Karl Lagerfeld, il direttore creativo di Chanel, è famoso per le ambientazioni creative, sfarzose e divertenti delle sue sfilate e questa è la seconda volta di seguito che mette la natura al centro, dopo quella della primavera/estate 2018 con le modelle che camminavano tra finte cascate.

Gli abiti erano più bon-ton del solito pur presentando le classiche linee di Chanel, fatte di tailleur in tweed con giacca e gonna fino al ginocchio accompagnate da perle, mentre i colori autunnali si mimetizzavano alle foglie e agli alberi intorno. C’erano anche orecchini portati spaiati – un cerchio e un pendente – collane e cinture con le iniziali o la scritta Chanel, eco-pellicce – una moda aperta da Gucci e Givenchy – e alti stivali dorati che molto probabilmente vedrete proposti e copiati nelle vetrine di molti negozi. Tra le tante modelle ha sfilato anche Kaia Gerber, la figlia 16enne di Cindy Crawford, mentre in prima fila c’erano l’attrice Lily Allen, Vanessa Paradis e Carla Bruni.

TAG: ,

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.