• Mondo
  • giovedì 8 febbraio 2018

I morti per il terremoto a Taiwan sono 9, ma ci sono ancora decine di dispersi

Continuano i soccorsi negli edifici crollati o inclinati, migliaia di persone sono senza acqua corrente

(ANTHONY WALLACE/AFP/Getty Images)

Il numero delle persone morte a causa del terremoto a Taiwan è salito a 9, ma secondo le autorità i dispersi sono ancora più di 60. Il terremoto – di magnitudo 6.2 che ha colpito soprattutto la città costiera e turistica di Hualien – ha danneggiato strade e linee elettriche e ha distrutto e inclinato alcuni edifici. Il Centro operativo centrale delle emergenze di Taiwan ha detto che i feriti sono 260 e le persone rimaste senza acqua corrente nelle proprie case sono 31mila.

Nelle ultime ore i soccorsi sono stati rallentati dalle forti piogge che hanno colpito Hualien. La stampa taiwanese ha raccontato che uno dei palazzi danneggiati e già inclinati dal terremoto, l’edificio Yun Men Tsui Ti, sta ulteriormente cedendo e potrebbe subire presto altri crolli. Si pensa che almeno 13 persone disperse si trovassero al momento del terremoto nei piani più bassi dell’edificio, che ospitavano un bed and breakfast.

Taiwan si trova in una regione molto attiva dal punto di vista sismico, dove i terremoti non sono eventi rari. Le autorità taiwanesi hanno avvertito gli abitanti di Hualien che potrebbero esserci altre scosse più piccole nelle prossime due settimane.

Mostra commenti ( )