(AP Photo/Lionel Cironneau)

Cosa sappiamo del nuovo film di Quentin Tarantino

Lo produrrà Sony, sarà ambientato nel 1969, dovrebbe uscire nel 2019: non c'è ancora un titolo, ma conosciamo cosa racconterà

(AP Photo/Lionel Cironneau)

Negli ultimi giorni si è parlato del prossimo film di Quentin Tarantino: perché si è saputo qualcosa in più sulla trama e perché si è saputo che a produrlo sarà Sony Pictures. Finora Tarantino aveva fatto i suoi film con la Weinstein Company, da cui si è allontanato dopo le molte accuse di stupri e molestie fatte da decine di donne contro Harvey Weinstein. Il prossimo film di Tarantino sarà il suo nono (senza contare quelli che ha diretto solo in parte, come Grindhouse o Four Rooms) e, stando a quanto dice da anni, sarà il suo penultimo, perché dopo il decimo film si metterà a fare altro.

Del nono film di Tarantino – il cui titolo di lavorazione è appunto #9 – si era iniziato a parlare a luglio, quando sembrava dovesse raccontare la storia di Charles Manson, morto pochi giorni fa, e degli omicidi fatti dalla sua setta. In realtà, si è saputo che racconterà una storia laterale: nel film ci potrebbero essere i personaggi di Charles Manson e Sharon Tate (attrice e moglie di Roman Polanski fatta uccidere nel 1969 da Manson) ma non ne saranno i protagonisti. Per fare un esempio: Manson potrebbe avere un ruolo simile a quello di Hitler in Bastardi senza gloria.

Storia di Charles Manson

Le cose che si sanno finora sono soprattutto di voci e si-dice-che, ma arrivano da importanti e affidabili siti come Hollywood Reporter e non sono state smentite.

Il nono film di Tarantino sarà ambientato a Los Angeles nell’estate del 1969 e parlerà di un attore che dopo aver avuto successo in tv sta cercando il film giusto per fare il-grande-salto e passare al cinema. Insieme a lui c’è il suo stuntman che, allo stesso modo, vuole passare dalla tv al cinema. Le storie di Manson e Tate saranno in qualche modo collegate alle loro. Si dice che i due protagonisti potrebbero essere interpretati da due tra Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Tom Cruise: quindi sì, potrebbe capitare di vedere uno di questi interpretare un attore e l’altro il suo “doppio”. Per il ruolo di Tate si dice che la favorita sia l’attrice australiana Margot Robbie, di recente protagonista di Io, Tonya.

Le riprese dovrebbero iniziare a giugno e il film potrebbe uscire nel 2019. Il budget stimato è 100 milioni di dollari. Pare che prima di accettare di firmare con Sony, Tarantino abbia anche chiesto la possibilità di avere il “final cut”: di decidere cioè la versione del film che andrà nei cinema, senza che Sony possa fare modifiche o tagli. Hollywood Reporter ha parlato della possibilità, per Tarantino, di avere «un controllo creativo fuori dall’ordinario», e di avere anche una considerevole percentuale degli incassi del film. È stato stimato che, contando tutti i costi, non solo di produzione, il film diventerebbe remunerativo per Sony solo nel caso in cui dovesse incassare più di 375 milioni di dollari.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.