Il trailer di “I, Tonya”, con Margot Robbie

Il trailer di "I, Tonya", con Margot Robbie

È online il trailer di I, Tonya, in cui Margot Robbie interpreta Tonya Harding, una campionessa di pattinaggio artistico. Harding divenne protagonista di una grande rivalità con la pattinatrice Nancy Kerrigan, che nel 1994 fu aggredita durante una sessione di allenamento: un uomo, che la aspettava all’uscita dell’anello, la colpì a un ginocchio con un manganello della polizia. Harding disse di essere responsabile dell’aggressione. Il film è diretto da Craig Gillespie e non ha ancora una data d’uscita italiana. Negli Stati Uniti uscirà invece prima della fine dell’anno, almeno in alcuni cinema, così da poter gareggiare agli Oscar. Se ne parla infatti come di un film che potrebbe avere qualche nomination. La più probabile, a vedere le recensioni di chi l’ha già visto, è quella per Robbie come Miglior attrice protagonista. Alla fine del trailer, dice: «America. They want someone to love. They want someone to hate».

I provini dei ragazzi di “Stranger Things”

I provini dei ragazzi di "Stranger Things"

Tra le cose che si possono vedere in “Beyond Stranger Things” (una sorta di talk-show su Stranger Things 2, per chi l’ha finita) c’è anche un momento in cui ai ragazzi protagonisti vengono mostrati alcuni estratti dei loro primi provini, quando ancora erano solo dei potenziali Dustin, Mike, Lucas, Will e Eleven (o Undici). Sono cresciuti, nel frattempo. E Millie Bobby Brown aveva i capelli molto più lunghi.

Valentino Rossi ha battuto una moto che si guida da sola, progettata da Yamaha

Valentino Rossi ha battuto una moto che si guida da sola, progettata da Yamaha

Dal 2015 la Yamaha, la società motoristica giapponese, sta lavorando a una moto che si guida da sola. Il nome è quello che avreste pensato anche voi: Motobot. L’obiettivo è far andare Motobot velocissima su un circuito. Per chiare questioni di equilibrio e aerodinamica, una moto che si guida da sola è più complicata di un’auto che si guida da sola. Di recente Yamaha è riuscita a far andare Motobot a 200 chilometri all’ora; il prossimo obiettivo è far sì che Motobot diventi competitiva contro un vero motociclista. Quelli di Yamaha hanno fatto gareggiare Motobot contro un motociclista, e non uno qualsiasi: Valentino Rossi, nove volte campione del mondo. La gara consisteva in solo giro di un circuito di circa tre chilometri e mezzo a Willows, nel nord della California. Rossi ha finito il suo giro in 85 secondi; Motobot in 117.

Nuovo Flash