Quentin Tarantino ha detto che sapeva delle molestie di Harvey Weinstein

In un'intervista con il New York Times il regista, amico di Weinstein, ha detto che avrebbe dovuto smettere di lavorare con il produttore

Il regista statunitense Quentin Tarantino ha detto in un’intervista con il New York Times che sapeva che il produttore cinematografico Harvey Weinstein molestava le attrici che lavoravano con lui e che per questo avrebbe dovuto smettere di lavorare con lui. Tarantino, che è il regista di Hollywood più legato a Weinstein, ha detto che l’attrice Mira Sorvino, con cui aveva avuto una relazione dal 1996 al 1998, gli aveva detto che il produttore le aveva fatto delle proposte non gradite e l’aveva toccata senza il suo consenso; un’altra attrice gli aveva poi raccontato una storia simile anni dopo. Era anche al corrente che Rose McGowan fosse stata risarcita per le molestie da Weinstein.

«Sapevo abbastanza per fare più di quello che ho fatto. (…) Non erano solo le normali voci di corridoio, i pettegolezzi normali. Non erano informazioni di seconda mano quelle che avevo. Sapevo che aveva fatto alcune delle cose di cui si parla ora. (…) Vorrei essermi preso la responsabilità di quelle cose. Se avessi fatto ciò che avrei dovuto, avrei smesso di lavorare con lui».

(Jordan Strauss/Invision/AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.