• Mondo
  • martedì 28 novembre 2017

La Corea del Nord ha lanciato un altro missile, più in alto di sempre

Era un missile balistico intercontinentale e ha raggiunto l'altezza più elevata a cui sia mai arrivato un missile nordcoreano finora

Il missile balistico intercontinentale Hwasong-14 lanciato dalla Corea del Nord il 28 luglio 2017 in una fotografia diffusa dall'agenzia di stampa nordcoreana KCNA (STR/AFP/Getty Images)

L’esercito della Corea del Sud ha detto che la Corea del Nord ha fatto un nuovo test missilistico quando in Italia erano le 19.20 circa. L’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha detto che il missile ha volato verso est da Pyongsong, nella regione Pyongan del Sud. Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti James Mattis ha detto che l’altezza massima raggiunta dal missile – il suo “apogeo” – è la più alta a cui sia mai arrivato un missile nordcoreano, cosa che dimostra che la tecnologia militare della Corea del Nord continua ad avanzare: Mattis ha anche detto che la Corea del Nord ha la capacità di colpire «praticamente in tutto il mondo». Yonhap ha detto che l’apogeo del missile è stato di 4.500 chilometri. Per dare un’idea: la Stazione Spaziale Internazionale orbita a 408 chilometri sopra la superficie terrestre.

Il missile lanciato era un missile balistico intercontinentale (ICBM): secondo le prime analisi del Pentagono avrebbe volato per mille chilometri dopo essere stato lanciato da Sain Ni. La televisione giapponese NHK, citando il ministro della Difesa, ha detto che il missile potrebbe essere precipitato nelle acque della zona economica esclusiva giapponese dopo aver volato per 50 minuti. Su Twitter la giornalista del Foglio Giulia Pompili, esperta dei paesi asiatici, ha spiegato cosa significano le cose che sappiamo e quelle che non sappiamo su questo missile.

Questo è il primo test missilistico effettuato dalla Corea del Nord dallo scorso settembre, quando un missile sorvolò l’isola giapponese di Hokkaido prima di precipitare in mare: i 74 giorni passati da quel lancio sono il periodo di tempo più lungo tra un test e l’altro che ci sia stato quest’anno.

Il 20 novembre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva deciso di inserire di nuovo la Corea del Nord tra gli stati “sponsor del terrorismo internazionale”, riaccendendo la tensione tra i due paesi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.