(ANSA/ANGELO CARCONI)

È stata un’altra giornata di proteste in Senato

Foto di una giornata agitata: ci sono stati cinque voti sul "Rosatellum bis", sui quali il governo ha posto la questione di fiducia

(ANSA/ANGELO CARCONI)

Oggi in Senato sono stati approvati i primi articoli del cosiddetto “Rosatellum bis“, la legge elettorale proposta dal Partito Democratico e appoggiata anche dal centrodestra. In tutto si è votato cinque volte, per la pregiudiziale di costituzionalità e per i primi quattro articoli della legge. Su tutti e cinque i voti il governo ha posto la fiducia, come annunciato in precedenza.

I più critici nei confronti della legge e della modalità con cui se ne sta discutendo sono i senatori del Movimento 5 Stelle: anche oggi si sono presentati al Senato con una benda sul volto in segno di protesta, e nel pomeriggio si sono riuniti al Pantheon con decine di attivisti per una manifestazione. In aula, durante le votazioni, c’è stato un breve momento di tensione quando il senatore del M5S Mario Giarrusso ha fatto il gesto dell’ombrello in direzione di Denis Verdini – il cui gruppo sostiene la legge – poco dopo aver votato. L’ultimo articolo sul Rosatellum verrà votato domani.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.