• Mondo
  • martedì 10 ottobre 2017

I grandi incendi nel nord della California

Stanno bruciando centinaia di chilometri quadrati di territorio: almeno 15 persone sono morte e cento sono negli ospedali

(JOSH EDELSON/AFP/Getty Images)

Almeno 15 persone sono morte in California a causa dei grandi incendi che da qualche giorno stanno interessando otto contee nella parte settentrionale dello stato. Le fiamme hanno distrutto circa 1.500 edifici e reso necessaria l’evacuazione di 20mila abitanti. Circa 100 persone sono state ricoverate negli ospedali delle zone interessate, in molti casi per intossicazione dovuta ai fumi e per altri accertamenti. Secondo le autorità locali, quella di questi giorni è la più grave emergenza per gli incendi degli ultimi anni in California.

Janet Upton, vicedirettore del California Department of Forestry and Fire Protection, ha spiegato che dalla notte di domenica si sono sviluppati almeno 15 grandi incendi che hanno finora bruciato quasi 400 chilometri quadrati di territorio. I danni maggiori sono stati rilevati nelle contee di Mendocino, Sonoma e Napa, famose per la produzione dei vini californiani. A Santa Rosa, dove ha sede la contea di Sonoma, è stato deciso un coprifuoco dal tramonto all’alba, perché parte della città è stata sgomberata e si temono furti e altre attività illecite. Il governatore della California, Jerry Brown, ha proclamato lo stato di emergenza per 8 contee e ha chiesto al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, la dichiarazione di un’emergenza a livello federale per ricevere più velocemente fondi e aiuti per affrontare gli incendi e soccorrere la popolazione.

La diffusione degli incendi è favorita dalle condizioni climatiche delle ultime settimane nella California settentrionale. L’aria è molto secca e soffiano venti costanti, che alimentano le fiamme e le diffondono nei terreni interessati dalla siccità. Non è insolito che gli incendi più pericolosi si sviluppino a ottobre, quando l’aria è molto secca e le raffiche di vento sono piuttosto forti. Quest’anno la siccità è stata più intensa del solito nelle ultime settimane, e questo ha contribuito a una maggiore estensione del problema.

Decine di squadre dei vigili del fuoco sono al lavoro per arginare gli incendi, ma data la loro estensione in molti casi è impossibile tenerli sotto controllo e saranno necessari giorni di lavoro per fermarli. Le squadre di soccorso hanno aiutato migliaia di persone a mettersi in salvo, dopo essere state colte di sorpresa dalla rapida crescita e diffusione degli incendi.

Già durante l’estate in California avevano fatto i conti con alcuni grandi incendi, che avevano portato all’evacuazione di almeno mille persone nella parte meridionale dello stato. Il problema degli incendi stagionali è ricorrente, ma negli ultimi anni ha assunto una maggiore portata, soprattutto a causa dei cambiamenti climatici locali, con aria secca e siccità costante nei mesi estivi e nel primo periodo autunnale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.