("Volkswagen")
  • Auto
  • mercoledì 23 agosto 2017

Volkswagen farà un pulmino elettrico

Partendo da un prototipo presentato a inizio anno: per vederlo in strada bisognerà però aspettare fino al 2022

("Volkswagen")

Il 19 agosto la casa automobilistica tedesca Volkswagen ha annunciato che dal 2022 inizierà a produrre e vendere in Europa, Cina e America del nord dei modelli di pulmini elettrici basati sul prototipo noto come I.D. Buzz, che aveva presentato a inizio anno al Salone dell’auto di Detroit, negli Stati Uniti. L’I.D. Buzz, e di conseguenza anche il nuovo pulmino che sarà messo in commercio (ma di cui ancora non si sa il nome) è ispirato al famoso furgoncino Volkswagen che è diventato un pezzo della cultura pop occidentale e soprattutto di quella hippie statunitense.

Come ha scritto The Verge – uno dei siti statunitensi più attendibili per quanto riguarda il mercato delle auto, soprattutto se elettriche o “che si guidano da sole” – non ci sono ancora informazioni certe su come sarà il pulmino che sarà messo in commercio, ma non dovrebbe allontanarsi troppo dal prototipo. Non dovrebbe nemmeno essere un problema mettere le batterie elettriche, che quasi di certo finiranno sotto il pavimento del veicolo. The Verge ha anche scritto: «Se volete immaginare come sarà guidarlo, pensate a uno Chevrolet Bolt, solo che più lungo e più simile a un van». Se invece uno Chevrolet Bolt nemmeno sapete cos’è: il nuovo Volkswagen dovrebbe avere molto spazio per i passeggeri, e dovrebbe avere un aspetto molto vintage. L’autonomia sarà di circa 600 chilometri.

Volkswagen – che negli ultimi anni se l’è dovuta vedere con lo scandalo legato alle emissioni dei motori Diesel di alcune sue auto – ha anche detto che prima del modello commerciale del prototipo I.D. Buzz metterà in commercio anche un altro mezzo Volkswagen elettrico e più convenzionale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.