(AP Photo/Rick Bowmer)
  • Mondo
  • venerdì 18 Agosto 2017

I Murdoch stanno cambiando idea su Trump?

La famiglia che controlla il network conservatore Fox ha criticato duramente il presidente per le sue dichiarazioni sui neonazisti di Charlottesville

(AP Photo/Rick Bowmer)

James Murdoch, amministratore delegato del gruppo FOX, lo stesso che controlla tra le altre cose il network televisivo conservatore Fox News, ha fatto circolare tra i suoi dipendenti una mail in cui condanna la manifestazione di Charlottesville e soprattutto la reazione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Nella stessa mail ha detto che donerà un milione di dollari alla Anti-Defamation League, una delle principali organizzazioni che lottano contro l’antisemitismo, molto critica nei confronti di Trump sin dall’inizio della scorsa campagna elettorale. «Quello che ho visto l’altra settimana a Charlottesville e la reazione che ha avuto il presidente degli Stati Uniti», ha scritto Murdoch, «dovrebbe preoccupare tutti noi, in quanto liberi cittadini americani».

Una settimana fa a Charlottesville, in Virginia, hanno sfilato centinaia di neonazisti e altri membri dell’estrema destra americana; a un certo punto uno di loro ha attaccato una manifestazione antirazzista, investendo i partecipanti con la sua automobile. Una persona è morta e altre decine sono state ferite. Trump ha fatto molta fatica a condannare esplicitamente l’estrema destra, ha sostenuto che alla manifestazione neonazista c’erano anche «brave persone», ha dato ragione ai loro argomenti sulla rimozione delle statue dei generali sudisti e ha detto che parte della responsabilità dell’attentato è anche di chi stava partecipando alla contromanifestazione.

Nella sua mail, Murdoch ha scritto: «Non posso credere di essere costretto a scrivere questo, ma opporsi al nazismo è essenziale: non ci sono nazisti buoni. O membri del Ku Klux Klan buoni, o terroristi buoni. Democratici e Repubblicani devono essere tutti d’accordo su questo». Murdoch ha concluso la sua mail invitando i suoi dipendenti a compiere donazioni nei confronti di organizzazioni non governative e in particolare della Anti-Defamation League.

Il padre di James Murdoch e fondatore dell’impero mediatico di famiglia, Rupert Murdoch, è da tempo un consigliere informale del presidente Trump; proprio recentemente ha cenato alla Casa Bianca insieme a lui. James Murdoch, invece, figlio di Rupert, non parla spesso di politica e non ha espresso particolari opinioni su Trump negli ultimi mesi. Per questo, scrive il New York Times, la sua mail è tanto più sorprendente: Fox News è l’unico grande network televisivo ad appoggiare Trump e a ospitare molto frequentemente commentatori a lui favorevoli, ed è molto influente nel costruire l’opinione degli elettori conservatori statunitensi.